‘Paesaggi Attivi’: ARACNE V + TALKSCAPE

Quando:
10 settembre 2018 @ 17:30 – 14 settembre 2018 @ 20:30
Dove:
Ipogeo di p.zza Italia (RC)
Reggio Calabria RC
Italia
Categorie:
 'Paesaggi Attivi': ARACNE V + TALKSCAPE @  Ipogeo di p.zza Italia (RC) | Reggio Calabria | Calabria | Italia

ARACNE V, installazione site specific di Costantino Rizzuti in mostra dal 10 al 14 settembre all’Ipogeo di Piazza Italia, e TALKSCAPE, performance di Costantino Rizzuti e Delia Dattilo che si svolgerà il 14 settembre nel terrazzo della torre merlata del Castello Aragonese sono parte dell’evento Paesaggi Attivi organizzato da Catartica Care. Il progetto, incentrato su una riflessione trasversale e interdisciplinare sul concetto di paesaggio, si è già sviluppato in una serie di iniziative culturali e artistiche legate ai linguaggi contemporanei che hanno interessato lo scorso luglio il Parco Botanico e Villa Comunale ‘Umberto I’ e ad agosto il borgo di Cataforìo (RC). L’idea che determina le nuove tappe all’Ipogeo e al Castello Aragonese, curate da Valentina Tebala, è quella di intervenire con gli artisti in due contesti diametralmente opposti dello spazio fisico della città immaginando una relazione con due paesaggi anche ‘culturalmente’ differenti e peculiari. Il primo – chiuso e sotterraneo – a diretto contatto con le viscere della città e le sue più antiche radici magnogreche. Il secondo – aperto e che tocca il cielo – ci regala il panorama della città visibile a 360° dal terrazzo della torre ‘aragonese’ del Castello che ha visto avvicendarsi al suo cospetto anche i bizantini, i normanni, gli svevi; evidenziando così le discendenze e le mescolanze etniche e culturali di Reggio così come di tutto il bacino Mediterraneo. Il percorso condurrà il pubblico a visitare due dei beni patrimoniali cittadini più caratteristici della città, accompagnandolo in una fruizione inedita e plurisensoriale. L’opera realizzata da Rizzuti per l’Ipogeo di Piazza Italia, ARACNE V, fa parte di una serie di installazioni sonore e site specific basate ognuna su un intervento pensato appositamente per un luogo ben preciso. Dalle parole dell’artista: «La Natura, inevitabilmente, si riappropria degli spazi che l’Uomo, incessantemente, le sottrae. Più di frequente, ciò accade in maniera silenziosa, lenta e innocua, a volte, invece, questo accade in maniera improvvisa, vistosa e pericolosa. La serie di installazioni ARACNE propone una riflessione sul rapporto tra agire umano e natura: i ragni (a cui fa riferimento il titolo tramite la figura mitologica di Aracne) spesso occupano spazi, per creare le proprie meravigliose ragnatele, in luoghi abbandonati dalla presenza umana o, peggio, in via di degrado. La ragnatela diventa simbolo di riappropriazione e di resistenza, oggetto ispiratore di un’azione artistica volta a porre l’attenzione sul bisogno di una nuova sensibilità verso gli spazi della nostra quotidianità che sia capace di dargli senso e valore per sottrarli a inevitabili fenomeni di dimenticanza». Nello specifico dell’installazione ARACNE V all’Ipogeo, l’intento e l’invito universale rivolto alla collettività è quello di rimanere vigili custodi di un patrimonio e paesaggio culturale – materiale e immateriale – sinonimo di radici e storia cittadina, offrendo quindi lo spunto per una riflessione sull’importanza di non trascurare ma piuttosto proteggere e valorizzare i tesori di cui troppo spesso si dà per scontata la fortuna di abitare. Scenario d’eccezione delle narrazioni sonore di TALKSCAPE è il Castello Aragonese, emblema delle diverse dominazioni storiche intercorse nella città e delle modifiche strutturali – operate sia dai fenomeni naturali che dai vari progetti urbanistici delineati dall’uomo – sostenute dal paesaggio reggino. La performance di Costantino Rizzuti e dell’artista, musicologa e scrittrice Delia Dattilo narrerà la città dall’alto accompagnando il pubblico a ri-scoprirne e ri-percepirne lo spazio; lo spazio di un paesaggio fatto anche di cielo, di mare e di vento. Suono, testo e sentimento: ovvero la ricomposizione di paesaggi letterari e sonori che, traendo spunto da percorsi individuali, si fondono in un progetto unitario fortemente orientato a Sud. Pietra Mola, San Niceto, le Motte, i gorghi e tutte quelle località sulle coste joniche della Calabria greca e della provincia reggina sono narrate tramite suoni e visioni che si amalgamano vicendevolmente.

Costantino Rizzuti (Cosenza, 1978) è un compositore, sound artist, e artigiano digitale appassionato di Computer Music e Interaction Design. Ha una formazione ingegneristica ma negli anni ha approfondito la conoscenza delle tecnologie del suono, della musica elettroacustica e dell’informatica musicale con un master in Ingegneria del Suono e un dottorato sulla Musica e i Sistemi Complessi. Il suo principale interesse è esplorare le opportunità offerte dall’uso creativo delle tecnologie nel campo dell’arte; sperimentare la composizione algoritmica, la sintesi del suono e l’uso di modelli matematici a fini generativi come strumenti di supporto e di sperimentazione dei processi creativi.

Delia Dattilo (Reggio Calabria, 1981) è artista, musicologa e scrittrice, vive e lavora a Cosenza, da sempre impegnata in progetti e ricerche culturali che cercano una dimensione ancestrale della storia e dei luoghi. Approdata all’arte contemporanea nel 2004, ha esposto in mostre personali e collettive in tutto il mondo. Autrice di articoli e saggi presenti su riviste di settore e volumi collettanei, negli ultimi anni ha partecipato come relatrice a convegni e conferenze in Italia e all’estero. Nel 2017 ha pubblicato Relics, un libro su un viaggio on the road in Calabria, tra immagini e parole.

ARACNE V – Installazione sonora di Costantino Rizzuti

10/14 settembre 2018 – Ipogeo di p.zza Italia (RC)

Inaugurazione 10 settembre h.18 | Conferenza stampa h.17, Palazzo S. Giorgio

Orari di apertura: 17,30/20,30

TALKSCAPENarrazioni Sonore

Performance di Costantino Rizzuti e Delia Dattilo

14 settembre 2018 h.18 – Terrazzo torre Castello Aragonese (RC)

INGRESSI GRATUITI

Info: +39 3495347650

www.facebook.com/catarticacare | info.catartica@gmail.com

Lascia una risposta