Storia della bellezza, tra passato e presente. Un libro di Umberto Eco

Storia della bellezza, tra passato e presente. Un libro di Umberto Eco

Il rapporto tra Arte e Bellezza, così come lo descrive Eco nel suo libro, appare fin dalle sue premesse carico di ambiguità da scoprire. A…

Leggi Articolo →
La pittura vivida e sofferta di Antonio Ligabue

La pittura vivida e sofferta di Antonio Ligabue

La rassegna romana dedicata ad Antonio Ligabue (Zurigo 1899- Gualtieri1965), terminata qualche giorno fa al Vittoriano, ha avuto il merito di contribuire a sgomberare il…

Leggi Articolo →
Edward Hopper, Light at Two Lights

Edward Hopper, pittore di luce e di sintesi

“Se una cosa potessi esprimerla a parole, non ci sarebbe bisogno di dipingere”, diceva Hopper. La sua si rivela essere fin dagli esordi un’indole schiva,…

Leggi Articolo →
Alphonse Mucha, tra Art Nouveau e pittura di storia

Alphonse Mucha, tra Art Nouveau e pittura di storia

Attraverso oltre tre duecento opere,  la personale dedicata ad Alphonse Mucha (Ivančice 1860 – Praga 1939) ripercorre la parabola stilistica dell’artista che, se dovette gran…

Leggi Articolo →
Con la personale di Tissot ancora negli occhi

Con la personale di Tissot ancora negli occhi

Poco meno di un mese fa terminava la bella mostra dedicata a James Tissot (Nantes, 1836-Bouillon, Doubs, 1902) negli spazi del Chiostro del Bramante.  La…

Leggi Articolo →
G. Courbet_Funerale a Ornans, 1849 (Parigi, Musée d'Orsay)

Courbet e il suo tempo: omaggio alla realtà

“L’attributo di realista mi è stato imposto come agli uomini del 1830 si impone quello di romantici. In ogni tempo le etichette non mi hanno…

Leggi Articolo →
Evasioni dal reale. Fascinazioni di un altrove sempre meno mitico

Evasioni dal reale. Fascinazioni di un altrove sempre meno mitico

L’Oriente, a lungo evocato in termini piuttosto vaghi, nel corso dell’Ottocento cominciò ad assumere una fisionomia più precisa. Questa parte del mondo divenne meta sempre…

Leggi Articolo →
Henry Moore. Sculture archetipiche, tra organicità e astrazione

Henry Moore. Sculture archetipiche, tra organicità e astrazione

C’è una carica ancestrale e dirompente nelle forme dello scultore britannico Henry Moore (Castelford, Yorkshire 1898-Much Hadham, 1986): linee fluide e morbide definiscono volumetrie maestose…

Leggi Articolo →
“Storia della bruttezza” di Umberto Eco. Autonomia estetica (e apologia) del brutto

“Storia della bruttezza” di Umberto Eco. Autonomia estetica (e apologia) del brutto

L’incontro tra arte e filosofia può dare luogo a esiti e analisi molto affascinanti e, nei casi migliori, anche di alta qualità. È quello che…

Leggi Articolo →
Realtà costruite e nuove visioni. L’estro sperimentale di Florence Henri

Realtà costruite e nuove visioni. L’estro sperimentale di Florence Henri

Una sintesi personale di istanze e suggestioni di matrice avanguardistica e un approccio interdisciplinare: sono questi gli elementi che più caratterizzano la sensibilità e le…

Leggi Articolo →