Diego Miguel Mirabella, Tutto aperto, tutto chiuso IN (particolare), 2013,  Courtesy:  Operativa Arte Contemporanea

Curating_ Diego Miguel Mirabella, Entrano fuggendo

Lo scorso 20 settembre è stata inaugurata, presso la galleria Operativa Arte Contemporanea di Roma, la mostra personale di Diego Miguel Mirabella. Più volte Artnoise e la sottoscritta si sono occupati di questo giovane artista, le cui brillanti doti sono ormai note. Ho trovato la mostra molto bella, un punto di partenza ma anche un approdo, un catalogo di tutti gli elementi che da tempo connotano la ricerca dell’artista. Queste poche parole però sono l’unico giudizio che voglio esprimere in questa sede; vorrei piuttosto che fosse Diego in persona, la cui capacità evocativa si manifesta a mio avviso anche nella parola, a raccontare della sua mostra, del suo lavoro, di tutto quello che c’è alla base.

Diego Miguel Mirabella, Entrando Fuggendo, veduta mostra. Courtesy:  Operativa Arte Contemporanea

Diego Miguel Mirabella, Entrando Fuggendo, veduta mostra. Courtesy: Operativa Arte Contemporanea

«Tu mi conosci da tanto ormai, abbiamo sempre molto da dirci, ma oggi non riesco a parlare e le mie braccia battono pesanti.

Provo una gran difficoltà nell’assolvere a questo compito, non tanto per pigrizia e non certo per una titubanza alla scrittura.

 Oggi lo sguardo mi affatica la parola.

 Ho deciso che non ti parlerò della mostra che ho appena fatto, non te ne parlerò bene. La totalità dell’evento mi sovrasterebbe e io non riuscirei a descrivere nulla. Come potrei sfidare questa totalità. Come sottometterla al principio logico della narrazione. Adesso non riuscirei ad apportare un di più a questa realtà che è già così piena, calma, strabordante.

Però una cosa voglio scrivertela, voglio affidarti poche parole e mi piacerebbe che tu le accudissi. Lo faccio attraverso un racconto che non mi appartiene tanto quanto è pieno di me. Proprio come i miei lavori.

Diego Miguel Mirabella, Tutto aperto, tutto chiuso IN (particolare), 2013.  Courtesy:  Operativa Arte Contemporanea

Diego Miguel Mirabella, Tutto aperto, tutto chiuso IN (particolare), 2013. Courtesy: Operativa Arte Contemporanea

Io cammino e c’è luce forte intorno a me, sono come accecato e tutti gli oggetti sono sfumati, indistinguibili. Gli occhi dolgono, mi circonda un paesaggio texano. Tutto è brullo e giallo in questa prima visione così violenta. Sto andando lontano e tutte le mie risposte sono certo davanti a me. In fondo il paesaggio cambia: tutto più verde, scuro ma verde. Ho bisogno di andare lontano e il desiderio è proprio quello di scappare, trovare un altrove che mi personalizzi. Il cammino dura ormai da ore perciò decido di sedermi su una roccia, l’occhio è affaticato da tutto quell’orizzonte e il corpo chiama al nutrimento. Mi soffermo sulla pietra, all’apparenza gialla, come tutto.

Diego Miguel Mirabella. Courtesy: Operativa Arte Contemporanea

Diego Miguel Mirabella. Courtesy: Operativa Arte Contemporanea

La mia pupilla nell’abbassare lo sguardo da tutto quel giorno, si restringe e vedo tanti colori manifestarsi su quella pietra, adesso, più grigia. Tutto è fiore, viola e bianco e piccola erbetta che per poca lunghezza non è muschio. Rifocillato il corpo, al risveglio, nulla è più chiaro e giallo.

Accecato dal troppo buio, stavolta decido di costruire lì per la notte e, nel farlo, sovrappongo i fiori alle mie strutture, mi riparo per difendermi dai pericoli di quello sconfinato paesaggio. Dormo sogni che sembrano così impersonali da far paura.

Ora sono sveglio. Gli occhi sono ancora stanchi; eppure ho dormito. Mi sono mosso tanto e, fiori, lenzuola, polvere e fango si sono giustapposti. Sono tutti insieme. Sono molto belli così: c’è un ché di giusto in ognuno di loro.

Perciò oggi rimarrò qui Daniela»

Parole di Diego Miguel Mirabella raccolte da Daniela Cotimbo

Diego Miguel Mirabella. Entrano Fuggendo.
Inaugurazione venerdì 20 settembre, ore 19.00 | dal 21 settembre al 10 novembre 2013
Operativa Arte Contemporanea | Roma, via del Consolato 10
Info: info@operativa-arte.com | www.operativa-arte.com