Eventi

Se desideri promuovere uno o più eventi nel nostro sito clicca qui e inserisci le informazioni necessarie.

maggio 2017 – febbraio 2018

mag
21
dom
2017
LIBRI DI POESIA: Marco Santagata presenta “L’Alcyone” di D’Annunzio @ Palazzo Blu
mag 21 @ 11:00 – 13:00
LIBRI DI POESIA: Marco Santagata presenta “L’Alcyone” di D’Annunzio  @ Palazzo Blu | Pisa | Toscana | Italia

Domenica 7 maggio Marco Santagata presenta l’Alcyone di D’Annunzio, raccolta di liriche pubblicata nel 1903 e composta tra il 1899 e il 1903 considerata il terzo libro delle Laudi del cielo, del mare, della terra e degli eroi.
Libri di Poesia è una rassegna sulla poesia lirica italiana, promossa da Palazzo Blu, sulla scia del successo delle Domenica in Musica.
Quattro appuntamenti, la domenica mattina, da novembre 2016 ad aprile 2017, nei quali la lettura di brani dei grandi poeti, da Petrarca a Montale, passando per Leopardi e D’Annunzio, introdotta e commentata da Marco Santagata, Luigi Blasucci, Alberto Casadei.

Letture in sala: Elisa Proietti
Domenica 7 maggio 2017
ore 11.00 Auditorium di Palazzo Blu

INFORMAZIONI LIBRI DI POESIA
7 maggio 2017 ore 11.00 “L’Alcyone” di D’Annunzio
Incontro con Marco Santagata
Pisa, Auditorium di Palazzo Blu (Via Pietro Toselli, 29)
L’accesso all’Auditorium sarà consentito 30 minuti prima dell’inizio dell’evento
e comunque fino ad esaurimento dei 130 posti disponibili
Tel. 050 220.46.50 Mail: info@palazzoblu.it | palazzoblu.it/

ott
13
ven
2017
ArtVerona @ Veronafiere | padiglioni 11 e 12
ott 13 – ott 16 all-day
ArtVerona @ Veronafiere | padiglioni 11 e 12  | Verona | Veneto | Italia

ArtVerona annuncia l’elenco degli espositori della 13ª edizione: 140 gallerie, 14 nuovi spazi indipendenti, 20 realtà del settore editoria. Silvia Evangelisti, consulente nel board di ArtVerona, è Presidente della Commissione del Premio Icona.
Verona, 19 luglio 2017 – Aumento di fiducia nel progetto e riconoscimento del percorso svolto in questi anni: così si presenta la 13ª edizione di ArtVerona, in programma dal 13 al 16 ottobre 2017 a Veronafiere, forte
di una selezione di 140 gallerie, di cui 30 presenti per la prima volta a Verona. A queste si aggiungono le 14 nuove realtà indipendenti e le 20 del settore editoria. Da quest’anno sotto la direzione artistica di Adriana Polveroni e forte della partnership con ANGAMC - Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, la manifestazione, riconosciuta tra le realtà più vivaci e innovative del settore, concentra le proprie azioni sulla qualità e sulla cura delle proposte espositive, puntando alla valorizzazione del sistema dell’arte italiano. Focus dell’edizione è Viaggio in Italia #backtoitaly, a sottolineare la vocazione italiana della manifestazione e la volontà di sostenere gli artisti e il mercato che li rappresenta in sinergia con l’intero sistema dell’arte. Nei due padiglioni, tradizionalmente dedicati al Moderno e al Contemporaneo, sono cinque le sezioni espositive: Grand Tour e Scouting, novità di quest’anno, Main Section, Raw Zone e i8-spazi indipendenti. Grand Tour è la sezione che esplicita al meglio il tema del “Viaggio in Italia”. Con questa formula si vuole
sottolineare il fascino che il nostro Paese ha esercitato sugli artisti, tanto da essere stato – e forse da esserlo tuttora – preziosa fonte di ispirazione. In quest’area confluiscono le realtà straniere presenti nel nostro
Paese e le gallerie italiane all’estero che “riscendono” nella Penisola, interpreti di una nuova idea di “viaggio”. Nel padiglione del Contemporaneo, insieme alle 6 realtà di Grand Tour, le 12 gallerie di ricerca della sezione
Scouting e le 8 di Raw Zone con progetti monografici costituiscono il nucleo più sperimentale della proposta in fiera. A queste si affiancano le 14 realtà della sezione i8-spazi indipendenti, tutte alla loro prima partecipazione, chiamate anch’esse a riflettere sul tema del “viaggio”. Il format ideato da Cristiano Seganfreddo, che quest’anno vede la partnership del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, da otto anni dà spazio e visibilità in fiera a collettivi e associazioni che si muovono in maniera autonoma rispetto al sistema istituzionale, spesso catalizzatori di nuove tendenze. Con il 2017 la vocazione di ArtVerona a promuovere le realtà indipendenti si allarga a un nuovo progetto, Free Stage che, da un’idea di Adriana Polveroni, vedrà coinvolti alcuni giovani artisti non ancora promossi da una galleria, ma presentati da artisti della generazione precedente. I protagonisti senior saranno Daniele Puppi e Giuseppe Pietroniro, già insieme nel progetto indipendente “There is no place like home”, e H.H. Lim, artista sino-malese, arrivato in Italia a 18 anni per studiare all’Accademia di Belle Arti di Roma e da allora rimasto stabilmente nel nostro Paese, espressione quindi particolarmente significativa di che cosa può rappresentare il “Viaggio in Italia”. Anche il programma di ArtVeronaTalk, affidato alla guida della storica dell’arte e critica Paola Tognon, è incentrato sul tema del Viaggio in Italia da intendersi, più che in passato, come una scommessa, un approdo problematico, un’idea di futuro tutto da giocare. A Silvia Evangelisti, docente e critica d’arte, da quest’anno consulente nel board di ArtVerona, la Presidenza della Commissione del Premio Icona. Da sottolineare, infine, l’ingresso del collezionista Diego Bergamaschi nel Comitato d’Indirizzo di ArtVerona, accanto a Mauro De Iorio, Giorgio Fasol, Michele Furlanetto, Patrizia Moroso, Cristiano Seganfreddo e Catterina Seia, a conferma della volontà da parte della manifestazione di mettere al centro i collezionisti, valorizzandone il ruolo e le potenzialità.

ESPOSITORI ARTVERONA 2017

GRAND TOUR:
ANALIX FOREVER, GINEVRA | EMALIN, LONDRA | ERMES ERMES, VIENNA-ROMA | FRUTTA GALLERY, ROMA | GALERIE EMANUEL LAYR, VIENNA-ROMA | ROLANDO ANSELMI, BERLINO

SCOUTING:
A PALAZZO, BRESCIA | ADA, ROMA | A+B, BRESCIA | BRAND NEW GALLERY, MILANO | DOPPELGAENGER, BARI | EX ELETTROFONICA, ROMA | GALLERIA COLLICALIGREGGI, CATANIA | GALLERIA FUORICAMPO, SIENA | OPERE SCELTE, TORINO | PLACENTIA ARTE, PIACENZA | SPAZIOA, PISTOIA | FEDERICA SCHIAVO GALLERY, MILANO | LUCA TOMMASI, MILANO | TRAFFIC GALLERY, BERGAMO | VILLA CONTEMPORANEA, MONZA | Z2O SARA ZANIN GALLERY, ROMA

RAW ZONE:
ANNARUMMA, NAPOLI | CELLAR CONTEMPORARY, TRENTO | CLIMA GALLERY, MILANO | GALLLERIAPIU’, BOLOGNA | NAM PROJECT, MILANO | PHOINIX, BRATISLAVA | RENATA FABBRI, MILANO | RIZZUTOGALLERY, PALERMO

MAIN SECTION:
10 A.M. ART, MILANO | A01 ART GALLERY, NAPOLI | AA29 PROJECT ROOM, CASERTA-MILANOPRAGA | ADD-ART ADDICTION ART, SPOLETO | ANTIGALLERY, VENEZIA MESTRE | FRANCESCA ANTONINI, ROMA | AREA B & ARCO.IT, MILANO | ARENA STUDIO D’ARTE, VERONA | ARRIVADA, MILANO | ARTEA GALLERY, MILANO | ARTERICAMBI, VERONA | ARTESANTERASMO, MILANO | ARTESILVA, SEREGNO (MI) | GALLERIA ENRICO ASTUNI, BOLOGNA | GALLERIA BIANCONI, MILANO | BIBO’S PLACE, TODI | BOCCANERA, TRENTO | GALLERIA GIOVANNI BONELLI, MILANOPIETRASANTA | BONIONI ARTE, REGGIO EMILIA | BOXART GALLERIA D’ARTE, VERONA | GALLERIA D’ARTE CINQUANTASEI, BOLOGNA | C+N CANEPANERI, GENOVA-MILANO | CA’ DI FRA’, MILANO | CARDELLI E FONTANA, SARZANA (SP) | GALLERIA ALESSANDROCASCIARO, BOLZANO | GALLERIA MICHELA CATTAI, MILANO | ANTONELLA CATTANI, BOLZANO | GALLERIA CENTRO STECCATA, PARMA | GALLERIA CLIVIO, PARMA – MILANO | COLOPHONARTE, BELLUNO | COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA, BRESCIA | CONCEPTUAL, BERGAMO | LARA & RINO COSTA, VALENZA (AL) | COSTANTINI ART GALLERY, MILANO | CREARTE STUDIO, ODERZO (UD) | DE PRIMI FINE ART, LUGANO | PAOLO MARIA DEANESI GALLERY, TRENTO | DELLUPI ARTE, MILANO | DEP ART, MILANO | E3 ARTE CONTEMPORANEA, BRESCIA | EIDOS IMMAGINI CONTEMPORANEE, ASTI | GALLERIA FERRARI, BERGAMO | FERRARIN ARTE, LEGNAGO (VR) | FL GALLERY, MILANO | GALLERIA FORNI, BOLOGNA | FRITTELLI ARTE CONTEMPORANEA, FIRENZE | GALLERIA DORIS GHETTA, BOLZANO | GINOMONTI ARTE CONTEMPORANEA, ANCONA |GALLERIA GIRALDI, LIVORNO | GUIDI&SCHOEN ARTE CONTEMPORANEA, GENOVA | IL MAPPAMONDO, MILANO | GALLERIA IL PONTE, FIRENZE | ISOLO 17 GALLERY, VERONA | KANALIDARTE, BRESCIA | KM0, INNSBRUCK | LABS GALLERY, BOLOGNA | L’ARIETE, BOLOGNA | LATTUADA STUDIO, MILANO | L’INCONTRO, CHIARI (BS) | MAAB – MICHAEL BIASI, MILANO–PADOVA | MAGMA GALLERY, BOLOGNA | MARCOROSSI ARTECONTEMPORANEA, MILANO-VERONA-PIETRASANTA | MARIGNANA ARTE, VENEZIA | ANNA MARRA, ROMA | GALLERIAMASSIMODELUCA, VENEZIA | GALLERIA MATÈRIA, ROMA | MAZZOLENI, TORINO–LONDRA | MENHIR, MILANO – LA SPEZIA | METRONOM, MODENA | MLB MARIA LIVIA BRUNELLI GALLERY, FERRARA – PORTO CERVO | MLZ ART DEP, TRIESTE | MONTORO12, ROMA | MOROTTI ARTE, MILANO – DAVERIO (VA) | NCONTEMPORARY, LONDRA-MILANO | OFFICINE DELL’IMMAGINE, MILANO | OFFICINE SAFFI, MILANO | GALLERIA OPEN ART, PRATO | OPERATIVA E DIAGONALE, ROMA | OTTO
GALLERY, BOLOGNA | GALLERIA PACK, MILANO | DAVIDEPALUDETTO, TORINO | NICOLA PEDANA, CASERTA | ALBERTO PEOLA, TORINO | GALLERIA POGGIALI, FIRENZE-PIETRASANTA | POLESCHI
ARTE, LUCCA–MILANO | GALLERIA POLIART, MILANO, ROVERETO | PROMETEOGALLERY DI IDA PISANI, MILANO | PROGETTOARTE-ELM, MILANO | PROPOSTE D’ARTE, LEGNANO (MI) | PUNTO
SULL’ARTE, VARESE | SHAZAR GALLERY, NAPOLI | STUDIO D’ARTE RAFFAELLI, TRENTO | RCM GALERIE, PARIGI | GALLERIA MICHELA RIZZO, VENEZIA | GALLERIA ROSSMUT, ROMA | FEDERICO
RUI, MILANO | GALLERIA RUSSO, ROMA | SHAZAR GALLERY, NAPOLI | STUDIO SALES DI NORBERTO RUGGERI, ROMA | SANTO FICARA, FIRENZE | GALLERIA SPAZIA, BOLOGNA | SPAZIO NUOVO, ROMA | SPIRALE MILANO, MILANO | GALLERIA TONELLI, MILANO | TRAFFIC GALLERY, BERGAMO | TORNABUONI ARTE,FIRENZE-MILANO- PARIGI-LONDRA | NICOLA TURCO, PARMA | VALMORE STUDIO D’ARTE, VICENZA | VV8 ARTE CONTEMPORANEA, REGGIO EMILIA | XXS APERTO AL CONTEMPORANEO, PALERMO

I8 SPAZI INDIPENDENTI:
ALBUMARTE, ROMA | ANITA, ROMA | CONTEMPORARY LOCUS, BERGAMO | CURRENT, MILANO | DIMORA ARTICA, MILANO | E IL TOPO, MILANO | GELATERIA SOGNI DI GHIACCIO – LOCALEDUE,
BOLOGNA | MAGAZZINI FOTOGRAFICI, NAPOLI | MORE MUSEUM | PIERRE DUPONT | POLISONUM, ROMA | RADIOARTE, SIENA | SC17, PRATO | TILE PROJECT SPACE, MILANO

EDITORIE/SERVIZI PER L’ARTE:
#AIMAGAZINE – THE ART REVIEW, PARMA ǀ ANGAMC – ASSOCIAZIONE NAZIONALE GALLERIE D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA, MILANO ǀ ARTE – CAIRO EDITORE, MILANO ǀ ARTEAM –
ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER LA CULTURA E LE ARTI CONTEMPORANEE, ALBISSOLA MARINA ǀ ARTEECRITICA, ROMA ǀ ARTEIN – INTERNATIONAL ART MAGAZINE, VENEZIA ǀ ARTFORUM
INTERNATIONAL, NEW YORK, USA ǀ ARTRIBUNE, ROMA ǀ ARTSLIFE, MILANO ǀ ATPDIARY - CONTEMPORARY ART ONLINE MAGAZINE, MILANO ǀ COLLEZIONE DA TIFFANY, FIRENZE ǀ EMMEBI
ARTE E LIBRI, MILANO ǀ ESPOARTE CONTEMPORARY ART MAGAZINE, ALBISSOLA MARINA ǀ EXIBART, ROMA ǀ FLASH ART – GIANCARLO POLITI EDITORE, MILANO ǀ IL GIORNALE DELL’ARTE
– EDITRICE UMBERTO ALLEMANDI & C., TORINO ǀ IL GIORNALE DELLE FONDAZIONI, VENEZIA ǀ JULIET ART MAGAZINE, MUGGIA ǀ MANFREDI EDIZIONI, IMOLA ǀ RIVISTA SEGNO, PESCARA

Veronafiere | padiglioni 11 e 12 Ingresso: Re Teodorico, Viale dell’Industria

Uscita autostradale consigliata: Verona Sud | A4 Milano-Venezia

da venerdì 13 a lunedì 16 Ottobre 2017 – Inaugurazione: venerdì 14 dalle ore 11.00 alle 14.00 (su invito)
Informazioni: tel. +39 045 829 8204 – staff@artverona.it – www.artverona.it

Immagine: Urs Lüthi, Direction East (render), 2011-2012, ultrachrome pigment prints, 16 pezzi (cm 150×116 l’uno), Courtesy the Artist.

 

ARTVERONA 2017 @ Veronafiere | padiglioni 11 e 12
ott 13 – ott 16 all-day
ARTVERONA 2017 @ Veronafiere | padiglioni 11 e 12  | Verona | Veneto | Italia

“Viaggio in Italia #backtoitaly” è il tema della 13^ edizione di ArtVerona | Art Project Fair in programma a Veronafiere dal 13 al 16 ottobre.
Al centro del programma della nuova direzione artistica di Adriana Polveroni un focus sul valore dell’italianità, l’ingresso di nuove gallerie di ricerca rivolte a un collezionismo giovane e iniziative inedite e sempre più attrattive per il fuori fiera. Dopo l’affinamento e il crescente successo delle ultime edizioni, la manifestazione si presenta oggi rinnovata nella proposta espositiva e culturale. Quattro le sezioni espositive – Main Section, Raw Zone, Scouting, i8 – spazi indipendenti – che ospitano 130 gallerie in due padiglioni, uno più dedicato agli artisti storicizzati, l’altro indirizzato verso gli artisti delle ultime generazioni. Il tema dell’edizione 2017 è “Viaggio in Italia #backtoitaly” con cui si sottolinea il fascino che l’Italia ha esercitato sugli artisti e rispetto al quale la scelta di puntare oggi sulla valorizzazione dell’arte italiana si pone in ideale continuità. Ma oggi il “Viaggio in Italia” disegna anche uno scenario complesso, una realtà molto diversa dal “Paese dove fioriscono i limoni” celebrato da Goethe. E le gallerie più giovani e di ricerca sono chiamate a confrontarsi sull’attuale criticità di questo tema. Coerente con un’impostazione che si pone nel vivo della scena contemporanea e volendo fare di un appuntamento di mercato un’occasione anche per produrre cultura, ArtVerona porta avanti l’impegno nel promuovere il sistema dell’arte nei suoi diversi segmenti. Anzitutto con Level 0, che vede i direttori dei principali musei d’arte contemporanea scegliere altrettanti artisti da esporre nei propri spazi, ma anche attraverso l’istituzione di nuovi premi tra cui Sustainable Art Prize, nato da una collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia dedicato al tema della sostenibilità e il Premio Fotografia under 40 che sottolinea la trasversalità di questo medium nell’attuale produzione artistica. Si riconfermano inoltre il Premio Icona, OTTELLA for GAM, Display, il Fondo Privato Acquisizioni, e il premio i8 – spazi indipendenti. Si rafforza l’impegno nel mettere al centro del progetto i collezionisti, parte dei quali oggi è riunita nel neonato Consorzio Collezionisti delle Pianure, portatore di una visione meno singolare e più condivisa del collezionismo. Il progetto editoriale Critical Collecting e quello social di Collector Studios contribuiscono ad indagare tale fenomeno, insieme ad altri appuntamenti durante l’anno che coinvolgeranno altre istituzioni. Dalla centralità del collezionismo nasce anche Primo Amore, piattaforma che vuole indirizzare il pubblico e un collezionismo più giovane verso opere di qualità, ma dal facile accesso economico, entro i 5.000 euro. Infine il fuori fiera, che presenta appuntamenti di forte attrattività con i magnifici spazi museali veronesi che aprono le porte a mostre come Il mio corpo nel tempo. Roman Opalka, Urs Lüthi, Luigi Ontani, curata da Adriana Polveroni in collaborazione con Patrizia Nuzzo, dal 13 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 alla Galleria d’Arte Moderna A. Forti Palazzo della Ragione, e ICONOCLASH. Il conflitto delle immagini, curata da Antonio Grulli, al Museo di Castelvecchio dal 13 ottobre al 7 gennaio 2018. Convinti che le contaminazioni tra i linguaggi siano una fonte di ricchezza, ArtVerona, in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona e Associazione Morse organizza Festival Veronetta con istallazioni site specific in diversi spazi dell’omonimo quartiere a cura di Christian Caliandro per La seconda notte di quiete e live session e dj set per la quarta edizione del Path Festival con alcune tra le proposte più interessanti dello scenario musicale contemporaneo.
Rinnovate le partnership con il Comune di Verona, ABA – Accademia di Belle Arti di Verona e ANGAMC – Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, che riconoscono ad ArtVerona la capacità di costruire network, relazioni e opportunità.

Scheda tecnica
Dove
Veronafiere | padiglioni 11 e 12 Ingresso: Re Teodorico, Viale dell’Industria
Uscita autostradale consigliata: Verona Sud | A4 Milano-Venezia

Quando
da venerdì 13 a lunedì 16 Ottobre 2017 – Inaugurazione: venerdì 14 dalle ore 11.00 alle 14.00 (su invito)
Parking – Parcheggio P7, antistante l’ingresso
Apertura al pubblico
venerdì 13 Ottobre dalle ore 14.00 alle 19.30
sabato 14 e domenica 15 Ottobre dalle ore 11.00 alle 19.30
lunedì 16 Ottobre dalle ore 10.00 alle 14.00

Costo biglietto
Abbonamento 4 giorni 25 euro
Intero Giornaliero 15 euro
Ridotto Giornaliero con accredito online 8 euro
Ridotto Giornaliero in cassa 8 euro: scolaresche, studenti universitari muniti di identificativo, ragazzi 12/18 anni, over 65, possessori di un biglietto emesso nel 2017 da uno dei Musei del Comune di Verona, possessori di un biglietto emesso nel 2017 dal Mart/Rovereto, soci Reverse Lab, soci ASLC
Promozione Trenitalia 8,00 euro: soci Carta Freccia Trenitalia con un biglietto ferroviario Freccia per raggiungere la Stazione di Verona Porta Nuova, valido per i viaggi dal 13 al 16 Ottobre 2017.
Omaggio: studenti e personale tecnico/amministrativo dell’Università di Verona, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Accademia Belle Arti di Verona, accompagnatori scolaresche (uno ogni dieci), bambini sotto i 12 anni.
Visitatori con invalidità certificate: visitare il sito www.artverona.it alla pagina Ingressi e convenzioni

Visite guidate
Su prenotazione in fiera o via email (artours.artverona@gmail.com)
Nei giorni di fiera, contattare tel. 045 8298425

Servizi
sala stampa – sale convegni – aree relax – wifi – bookshop – bar – VIP lounge – ristorante – self service

Catalogo
10 euro
in omaggio ai possessori di VIP card e stampa

Informazioni
tel. +39 045 829 8204 – staff@artverona.it – www.artverona.it

SEZIONI ESPOSITIVE
Main section
Raw Zone
Scouting
i8 – spazi indipendenti
ARTVERONA // IN FIERA
ArtVeronaTalk
Atupertu
ArtVeronaYoung
Free Stage
PREMI E RICONOSCIMENTI
Premio Icona
Level 0
Premio Fotografia under 40 Premio Display
i8 – spazi indipendenti Fondo Privato Acquisizioni
Premio OTTELLA for GAM
Sustainable Art Prize

ENTE ORGANIZZATORE
Veronafiere S.p.A.

Direzione e team
Vice Direttrice Commerciale
Elena Amadini
Project manager
Sara Benedetti
benedetti.sara@veronafiere.it
Direzione artistica
Adriana Polveroni
direzioneartistica@artverona.it
PR e Collateral
Valeria Merighi
Agenzia del Contemporaneo
pr@artverona.it
Marketing ed Eventi
Monica Scappini
scappini@veronafiere.it
Comunicazione
Maria Marinelli
comunicazione@artverona.it
marinelli@veronafiere.it
Web Marketing
Andrea Butturini
butturini@veronafiere.it
Relazioni VIP
Anna Maria Vigilante
vip@artverona.it
con Antonio Grulli e Riccarda Mandrini
Graphic Design
Facci & Pollini
Coordinamento immagine
Nexidia

PREMI E RICONOSCIMENTI
Premio Icona
Level 0
Premio Fotografia under 40 Premio Display
i8 – spazi indipendenti Fondo Privato Acquisizioni
Premio OTTELLA for GAM
Sustainable Art Prize

ARTVERONA // OFF
Il mio corpo nel tempo Opalka, Lüthi, Ontani
ICONOCLASH. Il conflitto delle immagini
Festival Veronetta / La seconda notte di quiete
Festival Veronetta / Path Festival

COMITATO D’INDIRIZZO
Diego Bergamaschi
Mauro De Iorio
Giorgio Fasol
Michele Furlanetto
Patrizia Moroso
Cristiano Seganfreddo
Catterina Seia

CURATORI
Adriana Polveroni, in collaborazione con Patrizia Nuzzo
Il mio corpo nel tempo. Opalka, Lüthi, Ontani
Antonio Grulli, con la collaborazione di Diego Bergamaschi e Marco Martini
ICONOCLASH. Il conflitto delle immagini
Cristiano Seganfreddo, in collaborazione
con Agenzia del Contemporaneo e Reverse i8 – spazi indipendenti
Paola Tognon
ArtVeronaTalk
Christian Caliandro
Festival Veronetta / La seconda notte di quiete
Associazione Morse
Festival Veronetta / Path Festival
Eva Comuzzi
Atupertu
H.H. Lim, Giuseppe Pietroniro e Daniele Puppi
Free Stage

IN COLLABORAZIONE CON
Accademia di Belle Arti di Verona
ANGAMC – Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea
Bevilacqua La Masa
Boxart Galleria d’Arte
Comune di Verona
Confindustria Veneto
ESU di Verona
Giovani Confindustria Veneto
Museo di Castelvecchio
MyHomeGallery.org
Galleria d’Arte Moderna A. Forti – Palazzo della Ragione
Premio OTTELLA for GAM
Regione Veneto
Reverse
Rotary Club Asolo
Università Ca’ Foscari di Venezia
Università di Verona

SUPPORTED BY
AMIA – Azienda Multiservizi di Igiene Ambientale
Moroso
TECHNICAL SPONSOR
Fabriano – Fedrigoni Cartiere
COMARKETING
Trenitalia
MEDIA PARTNER
Artribune
ATP Diary
Exibart
Il Giornale delle Fondazioni

nov
2
gio
2017
DAMA @ PALAZZO SALUZZO PAESANA
nov 2 – nov 5 all-day
DAMA @ PALAZZO SALUZZO PAESANA | Torino | Piemonte | Italia

Dopo l’edizione di lancio con oltre 4.500 visitatori stiamo lavorando alla prossima. Nel 2017 DAMA si estende ad un nuovo spazio di Palazzo Saluzzo Paesana, con accesso diretto da Via Bligny, interamente dedicato al LIVE PROGRAMME, uno dei focus dell’edizione 2017 curato da João Laia e sostenuto dalla Compagnia di Sanpaolo nuovo sponsor di DAMA oltre alla Fondazione Arte Moderna e Contemporanea CRT, già sostenitrice del progetto nell’edizione di lancio. Siamo inoltre entusiasti di presentare la nuova sezione GUEST, concepita in collaborazione con MEF – Museo Ettore Fico, che punta a supportare una galleria con la copertura dell’intera fee di partecipazione. In questa edizione Art Research Map presenterà, in esclusiva per DAMA, l’ARM Prize, premiando una galleria con l’inserimento gratuito nella mappa delle gallerie e seguendola con recensioni delle mostre per tutto il 2018. DAMA è un progetto collaborativo e indipendente dedicato a un gruppo di gallerie emergenti internazionali invitate a presentare il lavoro di un artista in pieno dialogo con la sede, per offrire una mostra a cura di Domenico de Chirico e consentire un approccio più calibrato alle relazioni e al networking. Da questa edizione inoltre, una nuova sala sarà dedicata alla proposta di uno spazio NO–PROFIT internazionale che si è contraddistinto per il suo programma di ricerca.

Lo spazio invitato per il 2017 sarà comunicato nella newsletter di Settembre insieme al Live Programme.

Vi aspettiamo da Mercoledì 1° Novembre (solo su invito) fino a Domenica 5 Novembre.

2–5 NOVEMBER 2017
PALAZZO SALUZZO PAESANA
VIA BLIGNY 2, 10122 TORINO – ITALY

info: www.d-a-m-a.com

THE OTHERS 2017 @ Ex Ospedale Regina Maria Adelaide
nov 2 – nov 12 all-day
THE OTHERS 2017  @ Ex Ospedale Regina Maria Adelaide  | Torino | Piemonte | Italia

The Others, la fiera italiana sperimentale dedicata all’arte contemporanea internazionale, torna a Torino dal 2 al 5 novembre 2017 negli spazi dell’Ex Ospedale Regina Maria Adelaide, affascinante edificio storico dismesso nel cuore di Borgo Rossini, lungo la “rive gauche” della Dora. Il cambio di sede, avvenuto nel 2016, è coinciso con la nomina di un nuovo comitato curatoriale – attualmente composto da Bruno Barsanti, Ludovica Capobianco e Greta Scarpa – nonché con il rafforzamento di un’attitudine alla ricerca e alla sperimentazione che può essere identificata sempre di più come il tratto distintivo della rassegna. The Others mette infatti l’arte in relazione, e in gioco, con luoghi connotati dal punto di vista storico e architettonico, rivolgendosi a gallerie e associazioni non profit italiane e internazionali portatrici di ricerche curatoriali autonome, che
possano cogliere l’invito a interagire con questi spazi. Sono oltre 45 le realtà che daranno vita alla nuova edizione della fiera – con una significativo incremento delle presenze dall’estero – divise tra la sezione principale, la nuova sezione SPECIFIC dedicata a creare un percorso inedito di progetti site e context specific e una serie di Special Projects ideati dagli espositori appositamente per The Others. Gallerie, spazi indipendenti, collettivi
curatoriali – italiani ed europei, ma anche da Stati Uniti, Marocco, Giappone – si incontrano in una piattaforma espositiva unica nel suo genere: una fiera e un progetto curatoriale, un punto di incontro fra mercato e innovazione culturale, un luogo per progetti espositivi che superano il concetto di booth. Dall’Olanda arriva “The Performance Bar”, collettivo di Rotterdam fondato dagli artisti Daniel van den Broeke e Florian Borstlap. “The Performance Bar” è un oggetto trasformabile che incorpora un bar, un organo musicale, una vasca da bagno e un palco, su cui i performers si esibiranno per tutte le serate della fiera. Il bar ospiterà una serie di happening e performance con un coloratissimo cast: tra gli ospiti Imke Zeinstra, MAASK, Tizo All, Suzanne Stavast, Florian Borstlap, Daniel van den Broeke, Margo van de Linde, ma anche i performer e gli artisti che hanno risposto all’open call che “The Performance Bar” ha dedicato a Torino. Il programma di TheOtherStage è particolarmente ricco: in collaborazione con Piemonte dal Vivo, venerdì 3 novembre si snoderanno una serie di azioni e performance multidisciplinari: “Non me lo spiegavo, il mondo” di Francesca Cola, “Doppio Respiro” di Daniela e Luisa Pagani, “The Specific Site” di Manuela Macco, “CrtlZeta” di e con Sergio Garau e Francesca Gironi. The Others ospiterà inoltre “Arte. Dialoghi in contemporanea”, vincitore del bando Ora della Compagnia di San Paolo: il progetto propone un’interpretazione del testo “Art” di Yasmina Reza –
una pièce ironica sul concetto di bello, estetica e arte – e prevede un’opera del collettivo artistico Brevi Distanze in dialogo con installazioni audio-video che traducono l’immaginario dei personaggi del testo. L’installazione è completata da una performance di Mauro Bernardi. L’edizione 2017 continua anche a riflettere sul nomadismo culturale, come cifra distintiva dell’identità della fiera e come terreno di indagine delle direzioni della creatività contemporanea.  La discussione sarà declinata quest’anno nella relazione con la tecnologia, all’interno di una nuova edizione di ROUNDTABLE intitolata “MEDIASCAPES. Nuove geografie e confini tecnologici nell’arte contemporanea”, curata da Caterina Molteni, curatrice indipendente e fondatrice di TILE project space (Milano). Attraverso una serie di conversazioni tra artisti, curatori e collezionisti The Others riflette su come la pratica artistica si relazioni formalmente e concettualmente con gli interrogativi della realtà post-digitale e su come il modo in cui produciamo, fruiamo e acquisiamo un’opera d’arte
sia progressivamente cambiato. Con il suo format basato sull’utilizzo di sedi non convenzionali, orari di apertura serali e un programma di eventi trasversali, The Others conferma un modello che ha abbandonato gli schemi e le barriere tipiche delle fiere più tradizionali per rendere più diretta e immediata la fruizione delle proposte artistiche. Quattro chef del territorio che si alterneranno nel ristorante gourmet creato nella ex mensa, una scelta di street food di qualità e performance musicali affiancheranno l’offerta artistica.

THE OTHERS ART FAIR
Bed and Art, Venezia – IT
BI-BOx Art Space, Biella – IT
Burning Giraffe Art Gallery, Torino – IT
Studio C&C – Camera Chiara, Torino – IT
Glenda Cinquegrana Art Consulting, Milano – IT
CultRise, Roma – IT
D406-Fedeli alla Linea, Modena – IT
Die Mauer Arte Contemporanea, Prato – IT
E3 Arte Contemporanea, Brescia – IT
Galleria Façade, Parma – IT
Greylight Projects, Brussels – BE
kunsthallekleinbasel, Basel – CH
Limiditi – Temporary Art Projects, El Jadida – MA
Galerie Virginie Louvet, Paris – FR
Gallerie Migranti, Ravenna – IT
Polisonum, Roma – IT
Qbox Gallery, Atene – GR
Schwanzo Kollektiv, Berlino / Milano – DE/IT
Paola Sosio Contemporary, Milano – IT
Spazio Nea, Napoli – IT
Spazio Testoni, Bologna – IT
White Noise Gallery, Roma – IT
Widmertheodoridis, Eschlikon – CH

THE OTHERS SPECIFIC
Holly Crawford – Roberta Marroquin _ AC Institute, New York – US
Agreements To Zinedine _ Agreements To Zinedine, Milano – IT
Quiet Ensemble _ CRAC | Centro di ricerca per le arti contemporanee, Lamezia Terme (CZ) – IT
Stefano Ogliari Badessi _ CultRise, Roma – IT
Irma Name – Curate It Yourself _ CIY, Parigi – FR
Marie Jeschke – Anja Langer _ Display, Berlino – DE
Andreas Marti – Chloë Cheuk _ Dienstgebäude Art Space, Zurigo – CH
Joanna Rajkowska – Małgorzata Markiewicz _ l’étrangère, Londra – UK
Macoto Murayama _ Frantic Gallery, Tokyo / Brussels – JP/BE
Martina Brugnara _ Gagliardi e Domke, Torino – IT
Mo Baala _ KE’CH Collective, Marrakech – MA
Lucia Kempkes – Tim Wulff _ Mindscape Universe, Berlino – DE
L’orMa (Lorenzo Mariani) _ Spazio Testoni, Bologna – IT
Clovis XV (Anastasia Bay – Julien Saudubray) _ SUPERDEALS, Brussels – BE
Matteo Cremonesi – Enrico Smerilli _ Twenty14 Contemporary, Milano – IT
Madame Tricot _ Widmertheodoridis, Eschlikon – CH

SPECIAL PROJECTS
Maria Antelman – Ioannis Koliopoulos,_curated by Maria Nicolacopoulou, Athens – GR
Massimiliano Farina_presented by Paola Sosio Contemporary, Milano – IT
Anna Skoromnaya_ presented by Espoarte Magazine, Albissola (SV) – IT
Readings_Videos_Music_ presented by Kabul Magazine, Torino – IT
Arazzo Libresco_ presented by Il Filo di Partenope, Napoli – IT
Progetti artistici on paper_presented by IEMME Edizioni, Napoli – IT
Brevi Distanze_in the frame of “Arte. Dialoghi in contemporanea”, Torino – IT

The Others
Promossa da Associazione The Others
Direttore: Andrea Casiraghi
Comitato Curatoriale: Bruno Barsanti, Ludovica Capobianco, Greta Scarpa

Sede
Ex Ospedale Regina Maria Adelaide
Lungo Dora Firenze 87, Torino

Date
2 – 5 Novembre 2017

Orari di apertura
2 Novembre | ore 20.00 – 1.00 | Opening party
3 – 4 Novembre | ore 17.00 – 1.00 | The Others show
5 Novembre | ore 11.00 – 20.00 | The Others show

Ingresso
Biglietto Intero 7,00 euro
Biglietto Ridotto per convezioni 5,00 euro: Universitari (Università di Torino, Politecnico di Torino,
IAAD, IED) – Torino+Piemonte Contemporary Card – Città della Salute e della Scienza di Torino

Per informazioni
theothers@theothersfair.com
+39 011 850 660
http://www.theothersfair.com

Ufficio stampa
Maddalena Bonicelli
+39 335 6857707
press@theothersfair.com

nov
3
ven
2017
ARTISSIMA 2017 @ Oval, Lingotto Fiere Torino
nov 3 – nov 5 all-day
ARTISSIMA 2017 @ Oval, Lingotto Fiere  Torino | Torino | Piemonte | Italia

Artissima aprirà al pubblico dal 3 al 5 novembre 2017, per la prima volta sotto la guida di Ilaria Bonacossa. Riconosciuta a livello internazionale per la sua attenzione alle pratiche sperimentali e per la capacità di innovarsi ad ogni edizione, nel 2017 la fiera introduce una serie di novità che investono trasversalmente il suo programma e la sua composizione: oltre alla nuova sezione Disegni, ai rinnovati team di curatori e all’innovativa piattaforma digitale annunciati di recente, Artissima si arricchisce infatti di nuove idee e iniziative specifiche: uno speciale progetto espositivo, il “Deposito d’Arte Italiana Presente”, un innovativo palinsesto di talk, una nuova firma al progetto di allestimento del padiglione fieristico a cura dello studio Vudafieri Saverino Partners di Milano. “Il 2017 – nelle parole di Ilaria Bonacossa – segna i cinquant’anni dall’inaugurazione di iniziative seminali per la genesi dell’Arte Povera. Artissima vuole rintracciare, in alcune delle esperienze più irregolari di quegli anni, le fondamenta che hanno reso Torino la capitale italiana dell’arte contemporanea. Artissima indagherà, attraverso la ricostruzione temporanea di contesti iconici come il Deposito d’Arte Presente (1967–68) o la discoteca Piper (1966–69), le relazioni tra pratiche artistiche, mercato, collezionismo e tempo libero, evocando queste esperienze per la loro visionaria capacità di reinventare i ruoli e di attivare contaminazioni tra diverse discipline.

Il nuovo progetto espositivo: Curato da Ilaria Bonacossa e Vittoria Martini, il “Deposito d’Arte Italiana Presente” è il nuovo progetto espositivo e culturale di Artissima dedicato all’arte italiana. Il Deposito ospiterà prestigiosi prestiti dalle istituzioni piemontesi e opere provenienti dalle collezioni private del territorio, insieme ad alcuni lavori delle gallerie presenti in fiera, riconoscendo loro il ruolo di spicco che hanno avuto e hanno nella produzione della storia dell’arte contemporanea nel nostro paese. Per questo nuovo progetto, Artissima si è ispirata ad una delle esperienze espositive più innovative della Torino degli anni Sessanta, in un momento di grande vitalità artistica: il Deposito d’Arte Presente (1967–68) – “una raccolta estemporanea, non permanente… uno spazio per il presente, per un tipo di arte connessa all’hic et nunc e spogliata di qualsiasi sacralità”. Con il “Deposito d’Arte Italiana Presente”, Artissima riprende quel format, traslandolo all’oggi e utilizzandolo come cornice concettuale per un progetto che ne assorbe la modalità operativa. Il Deposito non è una mostra, ma uno spazio dinamico di esposizione e di approfondimento dal quale iniziare una narrazione dell’arte italiana degli ultimi 20 anni per fotografarla oggi e capirne gli sviluppi futuri.

Il programma incontri
Per l’edizione 2017, Artissima ripensa il programma di incontri, immaginando un nuovo spazio ispirato al Piper di Torino in cui raccontare l’arte contemporanea, ascoltare, partecipare e lavorare al fianco di artisti e curatori. Il progetto, a cura di Paola Nicolin, seguirà la metodologia di “theclassroom”, un centro di arte e educazione nato nel 2016 a Milano che invita artisti a svolgere un corso in storia delle arti in un’aula progettata per l’occasione, trasformando lo spazio di apprendimento in un luogo di produzione artistica. In questa prospettiva, Artissima ospiterà una classe aperta dove un artista invitato, con gli studenti e gli ospiti del programma di conversazioni, costruirà un palinsesto di lezioni, interviste, dialoghi e film screening per tutta la durata della manifestazione.

Artissima Collector’s Talks e Walkie Talkies
Artissima lancerà un nuovo programma di Collectors’ Talks coordinato dalla curatrice internazionale Abaseh Mirvali. Incentrate su come il collezionismo stia trasformando il mondo dell’arte, presenteranno la visione di collezionisti, artisti, critici, galleristi e direttori museali. Queste talk saranno arricchite da un esclusivo programma di visite guidate alla fiera: le Walkie Talkies, una serie di brevi conversazioni tra coppie di curatori e collezionisti internazionali, nate con l’obiettivo di creare un contatto stretto e personale tra i relatori e il pubblico. Queste conversazioni, itineranti, si trasformano in sorprendenti visite guidate alla fiera, permettendo ai relatori di sviluppare percorsi unici e originali attraverso i lavori presentati dalle gallerie.

La piattaforma digitale
La piattaforma digitale di Artissima accompagnerà il pubblico durante tutto l’anno, con momenti di approfondimento e anticipazioni attraverso diversi social media. Come primo step, Artissima ha lanciato #ArtissimaRewind, un programma di appuntamenti virtuali dedicati all’esplorazione della scorsa edizione della fiera: performance, interviste, conversazioni e visite guidate vengono riproposte ogni giovedì sui suoi social network.

Inoltre, il catalogo 2017 da cartaceo diventerà digitale attraverso una piattaforma che consentirà alle gallerie di entrare in contatto con un pubblico più vasto di appassionati.

Vi aspettiamo a Torino per un’esperienza indimenticabile!

3-5 Novembre 2017 
Preview e vernissage: 2 Novembre 2017 
 
Oval, Lingotto Fiere 
Torino
 
dic
6
mer
2017
Più libri più liberi nella Nuvola @ La Nuvola
dic 6 – dic 10 all-day
Più libri più liberi nella Nuvola @ La Nuvola | Roma | Lazio | Italia

Dal 6 al 10 dicembre si apre la sedicesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE). Con un’importante novità: la Fiera abbandona la storica sede del Palazzo dei Congressi per trasferirsi, sempre all’Eur, al Roma Convention Center La Nuvola, il centro congressuale progettato da Massimiliano e Doriana Fuksas e gestito da Roma Convention Group. Portare una fiera del libro all’interno del contesto architettonico più all’avanguardia d’Europa rappresenta una nuova frontiera per le manifestazioni editoriali: una sfida fortemente voluta dagli editori italiani e dalla loro associazione di categoria, da EUR spa e dalle amministrazioni del territorio. Più libri più liberi consentirà per la prima volta a chiunque, ma prima di tutto ai romani di entrare, dopo oltre un decennio di attese, in questa fantastica struttura. Più libri più liberi è l’evento editoriale più importante della Capitale dedicato esclusivamente all’editoria indipendente. Quest’anno oltre 500 editori, provenienti da tutta Italia, presentano al pubblico le novità e il proprio catalogo. Cinque giorni e più di 550 appuntamenti in cui incontrare gli autori, assistere a reading, performance musicali e incontrare gli operatori professionali.
La legalità è l’argomento centrale di questa edizione di Più libri più liberi. Primo appuntamento ad inaugurare questo tema sarà il 6 dicembre alle 12.45, nella sala La Nuvola, la diretta Rai della trasmissione Speciale Quante Storie condotta da Corrado Augias durante la quale interverrà il Presidente del Senato Pietro Grasso. Lo stesso Grasso sarà anche protagonista dell’incontro Politica e antimafia, con il giornalista Lirio Abbate (6 dicembre alle ore 11.45, Caffè letterario). Molti gli autori italiani e internazionali e i giornalisti che verrano a dibattere e presentare i loro libri dalla filosofa Ágnes Heller a Fernando Aramburu, l’autore rivelazione con il romanzo Patria. Fra gli incontri da non perdere quelli con Asli Erdogan, la scrittrice dissidente turca e con Sergio Maldonado, fratello del militante argentino ucciso, che offriranno al pubblico di Più libri Più liberi una testimonianza inedita. Margo Jefferson, Paul Beatty, Luis Sepulveda, Marc Augé, Alan Pauls ed altri. Tra gli italiani Giancarlo De Cataldo, Andrea Camilleri, Edoardo Albinati, Massimo Recalcati, Massimo Carlotto, Walter Siti, Antonio Manzini, Marco Malvaldi, Alessandro Barricco, Roberto Saviano. Terrorismo, Trump, Europa, legalità, frontiere, migrazioni, corruzione e i nuovi nazionalismi questi ed altri i temi che verrano discussi a PLPL, ma anche la politica con Romano Prodi, Pietro Grasso e Gianni Cuperlo mentre di Unioni civili ci parlerà Monica Cirinnà. Parleremo inoltre di Mafia con Attilio Bolzoni, della Russia con Ezio Mauro e di corruzione delle squadre sportive con Enrico Mentana. Una serie di appuntamenti hanno al centro la Capitale e le sue infinite storie raccontate da importanti personaggi che sono l’espressione della creatività romana. A parlarci della città di Roma, architettonica e culturale , Walter Veltroni con Gigi Proietti, Ascanio Celestini, Laura Larcan. Per la prima volta sarà allestito lo spazio The Photo Book Cloud, affidato dalla Fiera alla cura di Arianna Rinaldo e Chiara Capodici, e prodotta da Cortona On The Move e Leporello Books et al., che accoglierà due mostre fotografiche: Zurumbático del fotografo venezuelano Luis Cobelo, e Dear Japanese di Miyuki Okuyama. Attesissimo l’incontro con Letizia Battaglia. Si consolida una delle sezioni più longeve della Fiera: quella per i ragazzi, realizzata in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche di Roma, che quest’anno raddoppia gli spazi con un percorso tra le migliori novità dei libri illustrati e della narrativa per i più piccoli. Molti gli autori presenti: Licia Troisi, Luisa Mattia, Luigi Ballerini, Giorgio Biferali, Fabian Negrin, Chiara Lico, Luigi Politano, Laura Guglielmo, Susanna Rumiz, Luca Novelli, Janna Carioli, Teresa Porcella, Nadia Terranova, Ermanno Detti, Federico Appel. Continua l’interesse di Più libri più liberi verso il romanzo grafico, un settore sempre più in espansione nel mercato italiano. Attesissimo anche quest’anno Zerocalcare A Più libri più liberi trova ampio spazio il programma professionale, che quest’anno ruota attorno ai temi chiave dell’innovazione e dell’internazionalizzazione. Quindici appuntamenti, che funzionano come una vera e propria occasione formativa per gli editori e gli addetti ai lavori, che saranno aperti da alcune indagini inedite, realizzate da Nielsen, Istat e da Pepe Research, per conoscere e approfondire ogni aspetto del mondo del libro e della lettura a livello italiano e internazionale. In occasione della manifestazione saranno presentati anche i primi dati dell’indagine aggiornata sull’Osservatorio import-export dei diritti, a cura di AIE e ICE – Agenzia.
Sul web la Fiera è presente con il sito www.plpl.it e con l’attività sulle principali piattaforme di social networking: gli hashtag ufficiali della manifestazione saranno #LaNuvola e #piulibri17.
Disponibile dal 20 novembre anche l’app ufficiale della manifestazione per dispositivi iOs e Android.

Roma Convention Center – La Nuvola, 6 – 10 dicembre 2017 dalle 10 alle 20

Biglietti
Intero: 8 euro
Convenzionato: 6 euro – possessori di biglietto Atac vidimato in giornata, Carta Metrebus, Carta èRoma, Tessera Bibliocard, possessori di biglietto Maxxi o Card MyMaxxi
Ridotto: 5 euro – ragazzi tra 11 e 18 anni, visitatori oltre i 65 anni
Ingresso gratuito: ragazzi fino a 10 anni, classi accompagnate da insegnanti e gruppi universitari con docente, studenti universitari il 6 e 7 dicembre, disabili più accompagnatore.

info: http://www.plpl.it

UFFICIO STAMPA
Associazione Italiana Editori
Daniela Poli
Tel. 02 89280823 – cell. 335 1242 614

d’&F Agency – Isabella d’Amico, Valeria Frasca e Patrizia Renzi
Isabella d’Amico – 0039 3384653714
Valeria Frasca – 0033 687020529
Patrizia Renzi – 0039 3398261077

ufficiostampa@plpl.it

feb
2
ven
2018
Arte Fiera Bologna @ Quartiere Fieristico di Bologna
feb 2 – feb 5 all-day
Arte Fiera Bologna @ Quartiere Fieristico di Bologna | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Arte Fiera Bologna, la prima fiera d’arte moderna e contemporanea in Italia per età e fatturato, da 42 anni autorevole fulcro del mercato dell’arte nazionale, sarà aperta dal 2 al 5 febbraio con preview il primo febbraio. Sono 150 le importanti gallerie chiamate a trasformare i padiglioni 25 e 26 di BolognaFiere in grande piattaforma di arte e dibattito su moderno e contemporaneo, numero volutamente ponderato nell’ottica di mantenere alta la qualità della manifestazione, a cui si aggiungono 30 espositori legati a editoria, grafica e creatività, per un totale di 180 presenze. Angela Vettese, per il secondo anno alle redini della direzione artistica, mantiene il taglio curatoriale della fiera proseguendo la svolta avviata nel 2017, ma arricchisce la kermesse di fondamentali momenti di approfondimento dedicati sia ai singoli artisti che alla riflessione teorica. Con grande attenzione rivolta specificatamente al panorama italiano e alla sostanza dei contenuti, Arte Fiera 2018 mantiene il suo ruolo di fiera italiana per eccellenza; Bologna, in questo contesto, si propone secondo la sua migliore tradizione come città “dotta”, capace di focus critici così come di momenti sperimentali, non incline alla spettacolarizzazione globalizzata dell’arte e del suo mercato.

LE NOVITA’
Pur mantenendo l’architettura costruita lo scorso anno, Arte Fiera 2018 propone alcune importanti novità.
In programma il 2 e il 3 febbraio il convegno internazionale a cura di Angela Vettese con Clarissa Ricci, intitolato Tra mostra e fiera: entre chien et loup, organizzato in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia con il patrocinio dell’Università di Bologna, sul tema della crescente ibridazione tra mostre e fiere: un argomento hot, ma fino a ora poco indagato forse a causa della persistente resistenza di storici, curatori, teorici a mettere in relazione arte e mercato.

Gli incontri saranno a cura di Clarissa Ricci, Cristina Baldacci e Camilla Salvaneschi e vi partecipano accademici, artisti, critici, curatori, editor e altri attori dell’art system.
Tra i relatori di spicco anticipiamo la presenza di Terry Smith, Bruce Altshuler e John Rajchman.

Nella Main Section della fiera avrà luogo la sottosezione Modernity, il cui concept si rintraccia nell’etimologia del termine: Modernity non come arte moderna, correntemente intesa come arte del primo Novecento, ma come attualità, dalla radice latina modo.

All’interno di alcuni stand verranno dunque allestite piccole mostre personali di artisti meritevoli di uno sguardo attento.

L’intento è quello di creare un percorso tra artisti diversi per epoca, nazionalità e movimento di afferenza, accomunati dal fil rouge della peculiare rilevanza che distingue il loro lavoro e al coraggio che i galleristi dimostrano nel presentarli.
Sono stati pertanto selezionati:

Galleria Alessandra Bonomo • Joan Jonas (USA 1936)
Galleria Maurizio Corraini• Giosetta Fioroni (Italia 1932)
Galleria De’ Foscherari • Gianni Piacentino (Italia 1945)
Galleria Umberto di Marino • Eugenio Spinoza (Venezuela 1950)
Galleria Six • Terry Atkinson (Gran Bretagna, 1939)
Guastalla Centro Arte • Marino Marini (Italia 1901-1980)
Galleria Guidi & Schoen • Olivo Barbieri (Italia 1954)
Galleria Michela Rizzo • Martino Genchi (Italia 1982)
Nuova Galleria Morone • Maria Lai (Italia 1919-2013)
Prometeogallery • Regina José Galindo (Guatemala, 1974)
Studio Guastalla • Emilio Isgrò (Italia 1937)

E ancora, si rafforza ulteriormente il legame con la città e la sezione POLIS quest’anno si arricchisce con nuove declinazioni.
POLIS / ARTWORKS comprende installazioni in suggestivi e imprevisti spazi in città, a cura di Angela Vettese con il coordinamento di Nicolas Ballario e in collaborazione con alcune gallerie che partecipano ad Arte Fiera.

In mostra opere di:
Vito Acconci (USA, 1940-2017) • Galleria Osart, Milano
Andreco (Italia 1978) • Galleria Traffic, Bergamo
Valerio Berruti (Italia 1977) • Galleria MARCOROSSI, Milano, Pietrasanta (LU), Verona
Alik Cavaliere (Italia 1926- 98) Galleria Niccoli, Parma
Mario Cresci (Italia 1942) • Galleria MLB Maria Livia Brunelli, Ferrara
Luigi Mainolfi (Italia 1948) • Galleria Paola Verrengia & C., Salerno
Rachele Maistrello (Italia 1986) • Galleria Metronom, Modena
Sanna Kannisto (Finlandia1974) • Galleria Metronom, Modena
Giuseppe De Mattia (Italia 1980) • Galleria Materia, Roma
Dennis Oppenheim (Usa, 1938-2011) • Galleria Montrasio Arte / KM Ø, Milano, Monza (MB)
Luigi Veronesi (Italia 1908-1998) • Galleria10 A.M. ART, Milano
POLIS / CINEMA, La comunità che viene, a cura di Mark Nash, è una rassegna di film che si tiene sia in fiera che al MAMbo e che riflette sull’identità comunista e postcomunista di una gran parte della cultura sia bolognese che italiana. Assumendo Pierpaolo Pasolini come trait d’union con l’esposizione che lo stesso Nash curò lo scorso anno presso il Museo Archeologico, si pone come un’indagine di immagini del passato che ancora hanno ripercussioni irrisolte o inconsapevoli sul presente.

POLIS / GALERIE, THE WORKSHOP, evento performativo al Collegio Venturoli, progetto Art City co-prodotto da Arte Fiera a cura di Chiara Vecchiarelli: interventi performativi disseminati sia in fiera che in città, che riflettono sul formato della galleria come dispositivo di attivazione dell’opera-tempo.

POLIS / BBQ, a cura di Mia D. Suppiej, progetto che connette il lavoro di artist run space e spazi no profit sorti negli ultimi anni a Bologna e offre uno scorcio sulla scena indipendente dell’arte contemporanea in città, con un calendario di mostre, performance e opening.

Infine, si dilata con ulteriori proposte PRINTVILLE, a cura di Amedeo Martegani, la innovativa sezione dedicata alla stampa e alle opere multiple, che come lo scorso anno accoglie i visitatori di Arte Fiera 2018 all’inizio del percorso espositivo.

2 – 5 FEBBRAIO 2018, BOLOGNA
http://www.artefiera.it/home/776.html

CONTATTI

Ufficio stampa Lightbox

Elena Pardini, +39 348 3399463 – elena@lightboxgroup.net
Teresa Sartore, +39 041 2411265 – teresa@lightboxgroup.net
Ufficio stampa BolognaFiere SpA

Gregory Picco, +39 051 282862 – gregory.picco@bolognafiere.it
Affari Generali, Comunicazione e Rapporti Istituzionali BolognaFiere SpA

Isabella Bonvicini, +39 051 282920 – isabella.bonvicini@bolognafiere.it

Performative Arts Today: Like the Grave of a Stone, Like the Cradle of a Star @ Trinity College Dublin
feb 2 all-day
Performative Arts Today: Like the Grave of a Stone, Like the Cradle of a Star @ Trinity College Dublin | Dublin | County Dublin | Irlanda

Vicinanze, avvicinamenti, concatenazioni, carteggi, proposte d’etimo, corrispondenze tra l’Italia e l’Irlanda ordite nel segno del sasso e della stella, del labirinto e del tappeto: questo il programma di Performative Arts Today: Like the Grave of a Stone, Like the Cradle of a Star, che avrà luogo il prossimo 2 Febbraio presso il Trinity College di Dublino, in collaborazione con L’Istituto Italiano di Cultura. Un evento che vuole essere soprattutto una geografia di comunanze, un atlante e un percorso di studi volto a superare le divisioni tra discipline artistiche attraverso una tavola rotonda che vedrà tra i suoi partecipanti: Antonio Presti (creatore e presidente della Fondazione Fiumana D’arte), Giuseppe Sterparelli (regista di Variazioni: A Visual Polyphony, un lavoro che indaga i rapporti tra Emilio Villa e Antonio Burri), Eiléan Nì Chuillenáin (poetessa irlandese), Antonella Anedda Angioy (poetessa italiana), Maurizio Boldrini (regista e ricercatore teatrale, che presenterà una sua lezione su Carmelo Bene), Gianluca Pulsoni (ricercatore della Cornell University), Giorgiomaria Cornelio e Lucamatteo Rossi (cineasti), Cosimo Leonardo Colazzo  (compositore  e direttore d’orchestra) e Patrizia Zanardi (soprano). La giornata ospiterà anche Come tomba di un sasso, come culla di una stella, una mostra (preceduta da un film) composta inseguendo l’atlante Mnemosyne di Aby Warburg e che tenta di congiungere l’Irlanda (ancora abitata da memorie, congegni mitici e ferite incise sulla pietra, come l’alfabeto Ogham) con la misura di poeti e artisti italiani, tra i quali:

Andrea Balietti,  Giuditta Chiaraluce, Silvio Craia, Vincenzo Consalvi, Corrado Costa, Mario Diacono, Simone Doria, Franco Ferrara,Valentina Lauducci, Osvaldo Licini, Elisabetta Moriconi, Magdalo Mussio, Remo Pagnanelli, Mariano Prosperi, Pinuccio Sciola, Stefano Scodanibbio, Aldo Tagliaferri,  Emilio Villa.

L’evento è organizzato dalla Dottoressa Giuliana Adamo e da Bianca Battilocchi, mentre la direzione artistica è curata da Giorgiomaria Cornelio e da Lucamatteo Rossi.

2 febbraio 2017

feb
4
dom
2018
Incontri a Palazzo BLU Libri di Poesia: Myricae @ Palazzo BLU
feb 4 @ 11:00 – 13:00
Incontri a Palazzo BLU Libri di Poesia: Myricae @ Palazzo BLU | Pisa | Toscana | Italia

Con Myricae, il primo libro di poesie di Giovanni Pascoli, la natura e il mondo campestre entrano nella poesia italiana con un’intensità senza precedenti. Dalla voce del popolo a quella degli animali e delle cose, le liriche di Myricae contengono in sé una gamma infinita di espressioni e linguaggi, lasciando trapelare sotto i paesaggi rurali elementi onirici e simbolici.

Francesca Nassi ha studiato letteratura italiana a Pisa ed è ora traduttrice e ricercatrice presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha pubblicato studi su Pascoli, tra cui il volume Io vivo altrove: Lettura dei Primi poemetti di Giovanni Pascoli (Pisa, ETS 2005) e l’edizione critica dei Primi poemetti di Pascoli (Bologna, Patron 2011).

4 febbraio 2018,
ore 11:00
Auditorium di Palazzo BLU

INFORMAZIONI
Giovanni Pascoli, Myricae
4 febbraio 2018, ore 11.00
Auditorium di Palazzo BLU, (via Pietro Toselli 29, Pisa)
L’accesso all’Auditorium sarà consentito 30 minuti prima dell’inizio dell’evento e comunque fino ad esaurimento
dei 130 posti disponibili.
Tel. 050 220.46.50 | Mail: info@palazzoblu.it

Fondazione Palazzo BLU | via Pietro Toselli 29, 56125 Pisa | 050 220.46.11 | Fax 050 220.46.70
Mail: segreteria@palazzoblu.it | Pec: palazzoblu@pec.it
C.F. 93072470508 | P. IVA 02034110508