Eventi

Se desideri promuovere uno o più eventi nel nostro sito clicca qui e inserisci le informazioni necessarie.

dicembre 2013 – febbraio 2015

dic
18
mer
2013
L/IVRE Festival dei vini e dei vini indipendenti @ ESC Atelier Autogestito
dic 18 @ 17:00 – dic 22 @ 01:00
L/IVRE Festival dei vini e dei vini indipendenti @ ESC Atelier Autogestito | Roma | Lazio | Italia

Da mercoledì 18 a domenica 22 dicembre 2013, l’atelier autogestito Esc presenta la seconda edizione di L/ivre.

Un piccolo gioco di parole ci consente di rimescolare i libri e i vini delle produzioni indipendenti e farne uscire un nuovo esperimento per ubriacarsi di libri, di cultura, dei saperi accumulati nelle pratiche di vinificazione non industriali.

Ripartiamo dalla considerazione che l’indipendenza non è un vezzo snob ma un terreno di battaglia, una sfida, una modalità di agire discontinuità e praticare l’alternativa dentro la crisi che viviamo. Ripartiamo dalla considerazione che la qualità deve essere accessibile a tutti e non essere appannaggio di club esclusivi; che difendere la cultura significa diffonderla e farla circolare.

Gli ingredienti che useremo per questa edizione sono le produzioni di 17 vignaioli e 36 case editrici indipendenti, per rompere la monotonia di sapori e saperi tutti uguali e usa-e-getta. Un luogo di incontro in cui scoprirli, assaggiarli e imparare ad apprezzarli. Una festa dove sperimentare una socialità fatta di reading, musica, teatro, dibattiti, degustazioni e molto altro.

Tra gli ospiti ci sono Valerio Mastandrea, Tano D’amico, Stefano Catucci, Tamara Bartolini e Michele Baronio, U.net, Trois Satyres, Elio Germano, Bluemotion, Duka, ESCargot.

l’indipendenza è da gustare!

Editori:

Agenzia X | Alegre | Atmosphere | Bao Publishing | Beccogiallo | BFS | la Casa Usher | Comicout | Cronopio | Derive Approdi | :duepunti | e/o | Edition du Dromadaire | Eleuthera | Fandango | Giuda edizioni | Keller | Iacobelli | Il Saggiatore | Il Sirente | Laterza | Lavieri | ManifestoLibri | Manni | Mattioli 1885 | Milieu | Mimesis | minimum fax | Nero | Nottetempo | Nova Delphi | ombre corte | Orecchio Acerbo | Quodlibet | Red Star Press | Sinnos | Stampa Alternativa – Nuovi Equilibri | Sur | Voland

Vignaioli:

Piemonte | Bera | Curto | la Viranda | Lombardia | Ravasio Alba | Trentino | Pisoni | Veneto | Aldrighetti | Eris Spagnol | Friuli | Borgo delle Oche | Foffani | Toscana | La Torre | I botri | Marche | Aurora | Lazio | Cincinnato | Riserva della Cascina | Villa Chiarini Wulf | Abruzzo | Rasicci | Campania | Ara Jani | Meoli | Puglia | Pantum | Tenuta Patruno Perniola | Sicilia | Bosco Falconella

Programma:

mercoledì 18 | giovedì 19 | venerdì 20 | sabato 21

http://www.livrefestival.it/

mag
18
dom
2014
Great Britain in Rome @ MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo
mag 18 @ 11:00 – 12:00
Great Britain in Rome @ MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo  | Roma | Lazio | Italia

In arrivo una grande festa aperta a tutti, con inizio alle 11 del mattino e fino al tramonto, organizzata dall’ambasciata e da numerose altre organizzazioni britanniche in Italia.

L’intera giornata sarà scandita da colonne sonore rigorosamente British, attività educative per i più piccoli, degustazioni di prodotti tipici, esibizioni di danza, seminari informativi per studiare Oltremanica e tanto altro, all’insegna dell’amicizia e del forte legame che unisce il Regno Unito e il museo.

Per scaricare il programma della giornata: http://www.fondazionemaxxi.it/wp-content/uploads/2014/04/Programma_GreatBritain@MAXXI.pdf

Programma
Appuntamenti della giornata

Auditorium
12:30 Studiare nel Regno Unito: seminario a cura del British Council
14:00 Rassegna cortometraggi BAFTA dal Regno Unito, a cura del British Council
15:30 Incontro con Charles Howell, direttore di produzione Framestore (effetti speciali film “Gravity”). L’incontro sarà preceduto dalla proiezione di The Industry of Imagination: a
British effect & Gravity, documentario sull’industria britannica degli effetti speciali (20’) (in inglese)
19:00 Il Principe Harry svela il vincitore del concorso per il progetto del padiglione britannico di EXPO Milano 2015 (solo su invito)

Lobby
19:30 Esibizione della cantante della Royal Opera House Melissa Alder
20:00 Esibizione di Benedetta Capanna, Caterina Bonasia, Corinna Anastasio, ballerine dello IALS, sulla coreografia di Francesca La Cava

Palco
11:15 Musica pop eseguita dalla Royal Logistic Corps Band
12:00 Esibizione dei suonatori di cornamusa della Royal Logistic Corps Band
12:05 Alex Imburgia e Stefania De Giosa, ballerini dello IALS, si esibiranno sulle note di brani che hanno fatto la storia della musica britannica
13:00 Cover band italiana dei Beatles: All Beat Back
14:00 DJ set a cura del Circolo degli Artisti: FSCNCPS
15:00 Musica swing eseguita dalla Royal Logistic Corps band sulle cui note danzeranno i docenti e gli allievi di Swing’o’Roma, Swing Circus, Swing It, Lindy Wave e Feel that Swing
15:45 Esibizione dei suonatori di cornamusa della Royal Logistic Corps Band
16:00 DJ set a cura del Circolo degli Artisti: Fabio Luzietti
17:00 DJ set swing a cura di Lalla Hop & Lucie Q al cui ritmo danzeranno i docenti e gli allievi di Swing’o’Roma, Swing Circus, Swing It, Lindy Wave e Feel that Swing
18:00 Cover band italiana dei Beatles: All Beat Back
19.05 Esibizioni di Benedetta Capanna, Caterina Bonasia Fabio Geloso e i Fluido Kidz, ballerini dello IALS, sulle note di brani che hanno fatto la storia della musica britannica
20:00 DJ set a cura del Circolo degli Artisti: FSCNCPS e Fabio Luzietti

MAXXI B.A.S.E.
11:00 Interactive English Language Lab: laboratorio a cura del British Council (in inglese)

MAXXI B.A.S.E. – primo piano
11:30 Raccontare le fiabe ai bambini: viaggio nel mondo della fantasia. Workshop per bambini a cura del British Council (in inglese)
14:00 Come scrivere un CV per cercare lavoro nel Regno Unito: workshop a cura del British Council (in italiano e inglese)
15:00 The Art of Public Speaking: come informare, convincere e intrattenere in modo più efficace. Workshop a cura del British Council (in inglese)
16:00 Come scrivere un CV per cercare lavoro nel Regno Unito: workshop a cura del British Council (in italiano e inglese)
17:00 The Art of Public Speaking: come informare, convincere e intrattenere in modo più efficace. Workshop a cura del British Council (in inglese)

Cortile esterno
Degustazione di prodotti tipici d’oltremanica: biscotti McVitie’s Digestives, tè Twinings, patatine Kettle Chips, birra Belhaven
Set fotografico a tema UK: il pubblico potrà divertirsi facendosi fotografare con oggetti ispirati alla Union Jack
A Great Symphony: mostra interattiva. Un progetto in corso a Torino che, sotto la supervisione del musicista britannico Kode9, vede giovani DJ creare brani musicali da ascoltare in diverse parti della città, a cura del British Council
The Big Draw: iniziativa a cura del British Council mirata a creare connessioni, idee e legami attraverso il disegno
Informazioni consolari, a cura del Consolato Britannico di Roma
Informazioni su corsi ed esami d’inglese, a cura del British Council
Face painting: stand di decorazione del volto per bambini
Info point: U4You – Education Counselling per il Regno Unito

mag
24
sab
2014
CORTILI APERTI E ARTIGIANI - @ Sedi Varie
mag 24 @ 10:00 – mag 25 @ 19:00
CORTILI APERTI E ARTIGIANI - @ Sedi Varie | Roma | Lazio | Italia

Sabato 24 e domenica 25 maggio l’Associazione Dimore Storiche Italiane – Sezione Lazio presenta a Roma l’evento Cortili Aperti e Artigiani, nell’ambito della quarta edizione delle “Giornate Nazionali ADSI”. Sette indirizzi, corrispondenti ai palazzi Aldobrandini, Attolico, Costaguti, Montoro, Pasolini dall’Onda, Sforza Cesarini e Taverna, per un programma ricco di appuntamenti che quest’anno vede l’artigianato protagonista assoluto. Dal 1996, Cortili Aperti offre al pubblico l’opportunità di esplorare le più significative dimore storiche romane, nonché di assistere e partecipare gratuitamente a una serie di eventi culturali come mostre e concerti. Per la prima volta gli artigiani della capitale sono invitati a esporre le proprie creazioni e a dare delle dimostrazioni del proprio lavoro nei cortili di alcuni dei più suggestivi palazzi romani. L’intento non è quello di guardare al passato con nostalgia ma, al contrario, di valorizzare competenze e conoscenze legate alla tradizione che mai come oggi rappresentano una risorsa importante per lo sviluppo economico e sociale. “Coniugare il saper fare acquisito con le nuove tecnologie, le nuove strategie e forme di comunicazione, è la vera sfida del futuro. – afferma Filippo Massimo Lancellotti, coordinatore Cortili Aperti – Prevediamo di coinvolgere circa ventitré artigiani tra marmisti, o ‘marmorari’, come diciamo a Roma, restauratori, doratori, stuccatori, laccatori, corniciai, vetrai, ceramisti, bronzisti, argentieri, orologiai, mosaicisti, pittori a encausto. Malgrado la crisi che ne ha decimato i ranghi, la città offre ancora un variegato panorama di professionisti capaci di reinventarsi e rinnovarsi, unendo la manualità e il rispetto delle fasi produttive tramandate, a un elevato livello tecnico. Molte di queste attività, al confine tra artigianato e arte, si trasformano in piccola imprenditoria e sempre di più richiamano l’interesse dei giovani, laureati e non, che ne intuiscono le potenzialità per l’avvenire”. L’iniziativa vuole rendere omaggio anche al ruolo indispensabile che gli artigiani ricoprono nel campo della conservazione delle dimore storiche stesse. Il loro apporto nella manutenzione e nel restauro degli edifici è fondamentale, insieme all’impegno e all’attenzione costanti da parte dei proprietari. Sempre incentrata sulla figura dell’artigiano è la mostra fotografica di Nicolò Massa Bernucci e Raffaella Paleari, allestita presso il Palazzo Sforza Cesarini, che attraverso gli scatti realizzati durante un viaggio da nord a sud dell’Italia, ripercorre e documenta la condizione attuale dell’artigianato nel nostro Paese.

Nella giornata di sabato sarà invece possibile visitare per la prima volta i cortili delle Ambasciate di Francia, la cui sede è a Palazzo Farnese nell’omonima piazza, e del Brasile, in piazza Navona. Quest’ultima, aperta dalle ore 12 alle 13, ospiterà un concerto per sassofono.

Tutti gli eventi organizzati nell’ambito di Cortili Aperti e Artigiani sono gratuiti. Il programma sarà pubblicato sul sitowww.adsi.it/adsi-lazio.

Istituita nel 2011, la manifestazione delle “Giornate Nazionali ADSI è riuscita nell’intento di creare una maggiore familiarità dei cittadini con le bellezze storico-artistiche spesso poco note del proprio territorio, offrendo, anche ai turisti provenienti da altre regioni o Paesi, l’occasione di visitare luoghi di grande interesse. Tutto ciò è possibile grazie all’impegno dei proprietari, responsabili della tutela e della gestione di beni storico-artistici la cui conservazione, a beneficio delle future generazioni, coinvolge tutta la collettività.

Associazione Nazionale Dimore Storiche L’Associazione Dimore Storiche Italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, conta attualmente circa 5000 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la valorizzazione e la cura delle dimore storiche, affinché tali immobili possano essere tramandati nelle migliori condizioni.

Per il 2014, l’ADSI Lazio organizza inoltre una manifestazione volta a promuovere il territorio dell’Alta Tuscia, articolata in appuntamenti di musica, alta cucina e soprattutto arte, che avrà il suo centro nella Collezione di ritratti degli Sforza di Santa Fiora, in mostra dal 3 al 18 maggio al Museo civico di Acquapendente (VT) e dal 23 maggio al I giugno a Villa Sforzesca di Castell’Azzara (GR).

sabato 24 e domenica 25 maggio 2014 dalle ore 10 alle 19

Roma, sedi varie

ingresso gratuito

Informazioni

Associazione Dimore Storiche Italiane – Sezione Lazio:

Lucia Calabrese, +39 06 6832774, lazio@adsi.it, www.adsi.it

 

FACEBOOK: ROMA. CORTILI APERTI E ARTIGIANI

https://www.facebook.com/CortiliApertiLazio2014

 

Ufficio stampa Cortili Aperti e Artigiani

Marta Colombo, mob. +39 340 3442805, martacolombo@gmail.com

Francesca Venuto, mob. +39 349 5780211, francescavenuto.f@gmail.com

Con il contributo di BNL Gruppo BNL PARIBAS.

 

PROGRAMMA

Palazzo Aldobrandini, Piazza dei Caprettari 70

24 e 25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti con esposizioni e dimostrazioni di artigiani locali

 

Palazzo Attolico, Via di Parione 12

24 e 25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti con esposizioni e dimostrazioni di artigiani locali

 

Palazzo Costaguti, Piazza Mattei 10

24 e 25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti con esposizioni e dimostrazioni di artigiani locali

 

Palazzo Montoro, Via di Montoro 8

24 e 25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti

 

Palazzo Pasolini dall’Onda, Piazza Cairoli 6

24 e 25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti con esposizioni e dimostrazioni di artigiani locali

 

Palazzo Sforza Cesarini, Corso Vittorio Emanuele II 282

24 maggio, ore 10.00/18.00: Cortili Aperti e mostra fotografica di Nicolò Massa Bernucci e Raffaella Paleari

25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti e mostra fotografica di Nicolò Massa Bernucci e Raffaella Paleari

Palazzo Taverna, via di Monte Giordano 36

24 e 25 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti

 

Ambasciata di Francia, Piazza Farnese 67

24 maggio, ore 10.00/19.00: Cortili Aperti

 

Ambasciata del Brasile, Piazza Navona 14

24 maggio, ore 12.00/13.00: Concerto per sassofono

THIS IS FOOD – 2nd Edition – Officine Farneto @ Officine Farneto
mag 24 @ 18:00 – mag 25 @ 23:45
 THIS IS FOOD - 2nd Edition - Officine Farneto @  Officine Farneto | Roma | Lazio | Italia

Sabato 24 maggio
dalle 18:00 alle 02:00

Domenica 25 maggio
dalle 11:00 alle 24:00

Food

Aromaticus
Bancovino
Ciao Checca
Fantastick
Fish Market
Haus Garten
La Portineria
La Santeria
Osteria Mavi
Quarto
Romeo – Fish & Chicks
Supplizio
Zoc

+ Gluten Free Area
+ Bioradar Store

Drink

Cantina Ripagrande

Kids Area

Domenica:
Les Chefs Blancs
Zelda De Lillo

Mini-workshop Hotpoint-Ariston:

Sabato:
Fonderia

Domenica:
Grandma Bistrot
Pastificio San Lorenzo

DJ

Sabato:

-Soul Kitchen
-DJ Stile
-DJ Serio
-Funk Pope
-Alex Paletta

Domenica:

-Dandy Wolly
-Beat Soup
-DJ Efee
-Rock ‘N’ Yolk
and more

lug
25
ven
2014
Festival Alterazioni 2014. Arti visive, musica e performance. @ Arcidosso (GR)
lug 25 @ 17:30 – lug 27 @ 23:45

Ad Arcidosso il Festival Alterazioni 2014
con la mostra al Castello Aldobrandesco, le performance musicali, e il buon cibo

Alterazioni_014_B_DEF®

Dal 25 al 27 luglio si accendono i riflettori sulla quinta edizione del Festival “Alterazioni”la manifestazione amiatina dedicata ad arti visive, musica e performance, che si svolge nel borgo medievale di Arcidosso, in provincia di Grosseto. Durante il festival il borgo diverrà crocevia internazionale di espressione creativa.
Sabato 26 luglio, alle 17 e 30, si terrà l’inaugurazione della mostra, allestita nelle stanze del Castello Aldobrandesco, una delle fortificazioni più suggestive della Toscana.
In piazza Cavallotti si terranno le performance musicali e il cinema d’autore, in collaborazione con clorofilla film festival di Festambiente.
Nei locali dell’ex Gardenia Alterazioni da gustare, con la festa dei prodotti tipici e la birra artigianale.
Nelle cantine installazioni artistiche itineranti e nei locali dall’ex Gardenia al Castello le esposizioni della sezione “L’altra arte” dedicata alla fotografia, alla moda e al design.
E poi il fuori evento amiatino con la street art: nei 3 giorni del festival gli street artist italiani Nicola Alessandrini e Giò Pistone, saranno ad Arcidosso reinterpretando lo spazio pubblico del Parco Donatori del Sangue con nuovi murales.

Alterazioni è organizzato dall’associazione Artq con il sostegno del Comune di Arcidosso e della Regione Toscana, dell’Unione dei Comuni Amiata Grossetano e con il patrocinio della Provincia di Grosseto. L’evento fa parte del circuito provinciale Mic, per la valorizzazione del territorio attraverso l’arte contemporanea, e nasce da un’idea di un gruppo di giovani del territorio, che hanno unito le loro capacità per dare una lettura contemporanea a un paesaggio senza tempo. Hanno inoltre collaborato, il Sistema Museale Amiata, la Proloco di Arcidosso, il Cedav, l’Università degli studi di Firenze – Dipartimento di Architettura, Artlab, l’Accademia italiana arte moda e design, Imake.

alterazioni_festival_4

L’open space domina tutta questa edizione: l’assoluta libertà espressiva, sulla tecnica e sui temi, ha permesso di individuare i progetti più originali e innovativi nel panorama espressivo italiano.

L’esposizione al Castello Aldobrandesco, che rimarrà aperta fino al 30 agosto, ospita le opere dei 7 finalisti del concorso Alterazioni visive, realizzate nel corso della residenza artistica di 10 giorni sull’Amiata, sotto la supervisione del curatore e artista Lapo Simeoni. I 7 giovani talentuosi che esporranno al Castello Aldobrandesco nell’originale allestimento in cui dialogano antico e contemporaneo sono: Alessandro Calizza, Bruno Cerasi, Ilaria Degradi, Pasquale De Sensi, Mauro Ferrario, Thomas Raimondi, Twin Studio.
Alle loro opere, saranno accostati i lavori di tre artisti ospiti di Alterazioni 2014: Cristiano Carotti, Marco Rea e Donato Sansone.

Ma Alterazioni 2014 è anche musica: sono molti i gruppi ed i solisti – sia invitati direttamente, sia selezionati dal bando 2014 di Alterazioni Musicali – pronti a esibirsi sul palco del festival amiatino. Anche in questo caso, proposte innovative e originali, che confermano Alterazioni come un vero e proprio talent scout anticipatore di nuove tendenze, trampolino di lancio per artisti emergenti.
Questi gli artisti selezionati: A copy for collapse, Il leprotto, Nut, Fluxus e Andrea Giomi. Gli artisti invitati: Bologna Violenta, Giorgia Angiuli, Fuzz Orchestra, HE 5.0: Q2 Visual / Antitesi / M4T / Irene Silvestri / Matteo Maggio, Redrum Alone, Dj Solko e Alex Insuoni. 

 

PROGRAMMA COMPLETO

 

http://vimeo.com/97074036

image

ARTQ / Associazione
Corso Toscana, 30 / 58031 Arcidosso / GR /
artq.info@gmail.com / www.artq.it
Cell. 340 5684610
P.I. 01484920531 / C.F. 92071440538

set
22
lun
2014
GIRO DEL GUSTO: La tappa di Roma @ Istituto Svizzero di Roma
set 22 – set 26 all-day
GIRO DEL GUSTO: La tappa di Roma @ Istituto Svizzero di Roma | Roma | Lazio | Italia

Pulita, ordinata, bella, precisa, isolata, verde e ricca. Così gli italiani vedono la Svizzera secondo uno studio sull’immagine realizzato nel 2011. Un’immagine ritagliata attorno a radicati luoghi comuni, che negli anni hanno dato un’identità definita e nel medesimo tempo riduttiva a questo paese, tanto vicino all’Italia dal punto di vista geografico, culturale ed economico a cominciare dalla comune lingua e cultura italiana. Nel suo “À la recherche du temps perdu”, Marcel Proust scriveva: “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”. Ed è sotto un nuovo sguardo, più curioso e ricettivo, che la Confederazione Svizzera vuole mostrarsi, allo scopo di raccontare all’Italia le sue eccellenze. Da questa esigenza nasce il Giro del Gusto 2014, un’iniziativa pensata come un percorso itinerante a Milano, Roma e Torino in vista di Expo 2015. Il tema portante di Expo 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” è il punto di vista ideale per proporre un percorso di avvicinamento basato su un denominatore comune e universale: il gusto. La Svizzera del gusto in senso stretto da scoprire attraverso le sue specialità alimentari e la Svizzera del gusto in senso largo da scoprire attraverso l’architettura, il design, la cultura, il turismo e i trasporti.

Dal 22 al 26 settembre 2014, Villa Maraini, magnifica sede dell’Istituto Svizzero di Roma, accoglierà la seconda tappa del Giro del Gusto, incentrata sul tema della food security. All’Istituto Svizzero di Roma (ISR) si susseguirà un programma di attività messo a punto dall’ISR, dall’Ambasciata Svizzera di Roma in collaborazione con la Rappresentanza permanente della Svizzera presso le organizzazioni internazionali in campo alimentare (FAO, IFAD, PAM), da Presenza Svizzera e dai partner. Alla Svizzera del gusto con le sue specialità alimentari si aggiungeranno iniziative ed eventi nell’ambito della scienza e della cultura. Durante cinque giorni l’Istituto svizzero di Roma cambierà quindi aspetto, offrendo una nuova visione della Città Eterna, grazie alla posizione strategica della Villa che offre una visuale unica sulla capitale.

http://www.padiglionesvizzero.ch/

 

 

 

 

gen
15
gio
2015
IL PRINCIPATO DI MONACO si presenta @ Aeroporto di Fiumicino - Terminal 3 (partenze)
gen 15 @ 12:00 – 13:30
IL PRINCIPATO DI MONACO si presenta @ Aeroporto di Fiumicino - Terminal 3 (partenze) | Fiumicino | Lazio | Italia

DAL 15 GENNAIO ALL’1 FEBBRAIO 2015, IL TERMINAL 3 – PARTENZE DELL’AEROPORTO DI FIUMICINO
OSPITERÀ LA MOSTRA “IL PRINCIPATO DI MONACO SI PRESENTA”.

IL PROGETTO: Roma è una vetrina d’eccezione per assicurare all’Expo del 2015 la massima diffusione e il coinvolgimento del grande pubblico, grazie alla sua centralità nei flussi turistici e alla sua vocazione naturalmente internazionale rafforzata dalla presenza delle Ambasciate e degli istituti di Cultura. Un luogo di elezione unico, dunque, per offrire visibilità agli oltre 140 Stati che hanno aderito alla prossima Esposizione Universale. Per questo è nato il progetto “ROMAversoEXPO”, un ricco programma di mostre, conferenze, e incontri con il coinvolgimento delle Ambasciate, che consentirà ai Paesi aderenti a Expo Milano 2015 di presentare in location esclusive i propri progetti di partecipazione, ma anche la propria immagine, le eccellenze produttive, culturali e turistiche. Il progetto “ROMAversoEXPO” è voluto da Roma Capitale unitamente a Expo Milano 2015 con la partecipazione della Regione Lazio e Unioncamere Lazio – Camere di Commercio del Lazio, si avvale del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con la partecipazione e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la collaborazione di Aeroporti di Roma.

L’organizzazione è di Zètema Progetto Cultura e di Comunicare Organizzando.

Dal 15 gennaio all’1 febbraio il Principato di Monaco esporrà all’Aeroporto di Fiumicino. Lo spazio espositivo sarà dedicato alla partecipazione del Paese all’Esposizione Universale.
Situato all’estremità sud-est della Francia, a soli 12 Km dall’Italia, il Principato di Monaco è il secondo stato più piccolo al mondo (1,95 km2). Il suo clima temperato, particolarmente mite e con un numero eccezionale di giorni soleggiati, ne fanno una terra di accoglienza per vocazione. Grazie ai rapidi collegamenti con l’Aeroporto di Nizza Costa Azzurra, a 25 km (7 minuti di elicottero), il Principato di Monaco è accessibile al mondo intero, sia via aerea che via terra ( solo 3 ore di macchina da Milano, sede dell’ EXPO).
La sua storia, legata da 700 anni alla famiglia Grimaldi, ha progressivamente portato il Principato all’attenzione del mondo, prima con il regno del Principe Ranieri III e ora con quello di S.A.S. Il Principe Alberto II di Monaco.
Monaco gode di un indiscusso prestigio internazionale; è uno stato prospero con un’economia fiorente e un know how importante in settori come quello medico-sanitario, finanziario, dell’information technology. Il Principato di Monaco è il simbolo dell’arte di vivere e dell’ospitalità: la sua offerta alberghiera e le sue strutture per conferenze e congressi sono senza pari. Vanta un parco alberghiero di altissimo livello, capace di soddisfare la clientela più varia ed esigente; il Grimaldi Forum Monaco è il riferimento per l’organizzazione di fiere e congressi, fino a 3000 persone, ma anche per lo sviluppo di una forma di turismo d’affari responsabile verso l’ambiente. Monaco offre numerose attrazioni di interesse turistico, tutte walking distance: il Palazzo del Principe e il tradizionale cambio della Guardia dei Carabinieri del Principe sulla Piazza del Palazzo; l’Opéra Garnier; il Museo Oceanografico, il Nuovo Museo Nazionale di Monaco; la Collezione di Auto Antiche di SAS il Principe di Monaco. Grande importanza è data anche dalle aree verdi, basti citare il Giardino Esotico, il Giardino Giapponese oppure il Nuovo Roseto Princesse Grace. Per il piacere dello shopping, si può spaziare dalle pittoresche viuzze della Città Vecchia sulla Rocca, al Mercato della Condamine, alle boutique di lusso e i Centri Commerciali. La vita culturale, sportiva emondana non si ferma mai a Monaco: durante tutto l’anno si svolgono nel Principato manifestazioni di fama internazionale. Monaco costituisce anche una tappa obbligata per soddisfare il palato: i migliori chef sono venuti a portarvi la loro genialità. Anche la vita notturna la fà da padrona: dai cocktail bar raffinati ed eleganti, ai lounge bar più trendy nella zona del Porto, fino alle discoteche più rinomate, senza dimenticare una puntatina al Casino’. Il Principato offre un’ampia scelta di centri Benessere e Spa, tra cui le celebri Terme Marine di Monte-Carlo, recentemente rinnovate; per non parlare delle diverse attività sportive (golf, tennis, vela, sport acquatici) praticabili a Monaco o nei dintorni. Il Monaco Pavilion per Expo 2015: condivisione e solidarietà. Un nuovo sguardo al nutrimento del pianeta. Garanzia dello sviluppo in futuro è la consapevolezza che la prosperità raggiunta attraverso i secoli possa contribuire a promuovere la solidarietà, la salvaguardia ambientale e una crescita sostenibile. Cooperazione, Governance e Didattica, sono queste le tre direttrici principali sulle quali si concentra il “messaggio” che il Monaco Pavilion intende promulgare. Cooperazione intesa come una migliore condivisione di ricchezze a livello internazionale; Governance come opportunità per incentivare una politica responsabile a sostegno della ricerca e dell’innovazione; Didattica quale autentica e irrinunciabile risorsa per il futuro, in grado di sensibilizzare i cittadini sui temi dell’Expo. Tra i 144 Paesi partecipanti, il Principato di Monaco è presente ad Expo Milano 2015 – come voluto da S.A.S. Principe Alberto II di Monaco nel 2011 – per affrontare il tema della solidarietà e sostenere una nuova idea di condivisione. Sull’onda della tradizione monegasca che coniuga insieme parte della cultura italiana e di quella francese, il contributo del Principato di Monaco si basa sui principi della condivisione e dello scambio, elementi che contraddistinguono entrambi i Paesi.

Il progetto del Monaco Pavilion tra recupero e riuso.
Il container, la tenda e la “madre terra” come simboli universali e riconoscibili. Il Principato di Monaco sarà presente all’interno di Expo con uno spazio espositivo di 1.000 metri quadrati collocato vicino ai padiglioni del Giappone, della Russia e della Turchia. Opera dell’architetto italiano Enrico Pollini, il Monaco Pavilion è costituito da una serie di container sovrapposti e da una copertura in legno lamellare che rimanda simbolicamente al profilo di una grande tenda. Interamente rivestita da un giardino pensile di 500 metri quadrati, questa struttura è composta da sfagno (specie di muschio permeabile) e da ampie superfici verdi verticali alimentate da un sistema di raccolta di acqua piovana. Obiettivo del progetto è sottolineare il valore dell’innovazione e la propensione verso una nuova sensibilità ecologica. Il container è infatti il modulo di trasporto più utilizzato al mondo, emblema di commercio e scambio; la tenda “riparo” per tutti quei Paesi ai quali il Principato fornisce aiuti, mentre il concetto di madre terra rivive attraverso il sistema del verde e le numerose specie di piante che disegnano i contorni dei cinque continenti, così da rappresentare l’universalità che caratterizza Expo 2015. General constructor del Monaco Pavilion è ES-KO, ente monegasco specializzato nella produzione di strutture modulari che ha appositamente dato vita ad Eco System una nuova società per la realizzazione del progetto.

L’“Hangar delle idee”.
Un percorso interattivo attraverso i temi dell’Expo. L’allestimento interno del Monaco Pavilion, realizzato con casse da trasporto in legno impilate le une sulle altre, simboleggia tutte le iniziative e azioni che, grazie a Expo 2015, saranno pronte per essere “spedite” in tutto il mondo. Realizzato dallo studio tedesco facts and fiction e concepito come percorso, questo particolare “hangar delle idee” è strutturato in undici postazioni interattive che illustrano i temi affrontati dal Principato di Monaco. I visitatori potranno accedervi attraverso diversi ingressi, un modo per riflettere sulla molteplicità di punti di vista riguardo l’ecologia e il riciclo, la pesca sostenibile, la deforestazione, le problematiche che investono gli oceani fino ai programmi di cooperazione già avviati in Madagascar, Burkina Faso e Mongolia. Il tema del riuso costituirà anche l’avvio per nuove iniziative al termine di Expo Milano 2015. L’intera struttura verrà infatti smontata e riutilizzata nel Burkina Faso come sede operativa della Croce Rossa. La proposta rispetta in questo modo i principi di un’economia circolare voluti da S.A.S. Principe Alberto II di Monaco e rappresenta un caso esemplare all’interno dell’universo Expo.

Lo spazio all’Aeroporto di Fiumicino dedicato al Principato di Monaco sarà inaugurato il 15 gennaio alla presenza dell’Ambasciatore del Principato di Monaco in Italia S.E.Robert Fillon.

Aeroporto di Fiumicino
Ingresso gratuito
Orario: tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00
Per informazioni: 06/3225380

Ufficio Stampa Padiglione Monaco Expo Milano 2015: Santi+Santi
press@monacopavilion.com02 87398636
Ufficio Stampa Roma Capitale
ufficiostampa@comune.roma.it 06 67102211 – 06 67103255
Ufficio Stampa Expo 2015 SpA
ufficiostampa@expo2015.org 02 89459400
Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Giusi Alessio g.alessio@zetema.it 06 82077327 – 340 4206562
Ufficio Stampa Comunicare Organizzando
Paola Polidoro p.polidoro@comunicareorganizzando.it 06 3225380

gen
23
ven
2015
Dîner d’Epicure @ Hotel I Portici
gen 23 @ 21:00 – 23:45
Dîner	d’Epicure @ Hotel I Portici | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

A Bologna in occasione di Arte Fiera, venerdì 23 gennaio 2015 nella suggestiva ghiacciaia del XIV secolo dell’Hotel I Portici si terrà l’evento espositivo e di alta cucina Dîner d’Epicure, organizzato da GDA Associazione Italiana per l’Arte in collaborazione con l’Archivio Paolini nell’ambito del progetto Passages, ciclo di mostre ed eventi artistici per la promozione e valorizzazione di Musei e dei patrimoni culturali italiani ed europei in dialogo con le opere del Maestro Roberto Paolini. In collaborazione con la giovane promessa della cucina italiana, lo chef sperimentale Roberto Valbuzzi, l’evento Dîner d’Epicure condurrà un’indagine sull’operato artistico di Roberto Paolini accompagnando il pubblico attraverso le possibili connessioni tra arte e cucina, discipline molto diverse ma straordinariamente capaci di attingere alle medesime forme e agli stessi linguaggi espressivi. Roberto Paolini (1934-2012) meglio noto con lo pseudonimo di “Broca” è stato artista poliedrico, dedito in particolare all’arte scultorea, ma anche erede delle tecniche culinarie del grande chef Auguste Escoffier, il quale negli anni ’20 – già acclamato chef del Ritz di New York e decorato con la Legion d’Onore – iniziò ad organizzare pranzi dimostrativi della migliore cucina francese: i suoi Dîner d’Epicure erano veri e propri happening dove lo chef si trasformava in performer, e i suoi piatti in vere e proprie creazioni artistiche. Su questa scia Roberto Paolini ha innestato la sua arte, sia culinaria che scultorea, abbandonando i sicuri porti del precostituito in favore di un sentimento del gusto di più intenso respiro. Con stile decisamente fluxus, il culinario e l’artistico si influenzavano continuamente attingendo alle rispettive discipline con una inusuale simmetria nei risultati. In occasione del Dîner d’Epicure del 23 gennaio 2015 saranno presentate quattro opere scultoree di Roberto Paolini, che verranno fedelmente “tradotte” in altrettanti piatti speciali progettati e realizzati dallo chef Roberto Valbuzzi, che ne riprodurrà tutti i dettagli, la forma e il colore degli accostamenti materici. Gli invitati alla cena avranno la possibilità di sperimentare, nutriendosi d’arte nella versione più letterale del termine, e ammirando come il gusto per i particolari, l’originalità degli accostamenti e la cura nella perfezione formale siano solo alcuni dei passaggi preparatori per un’esperienza coinvolgente i sensi, la via che, per dirla con Escoffier “est l a base du veritable bonheur”. A partire dalle ore 23.00 l’esposizione sarà aperta al pubblico che potrà ammirare le opere di Roberto Paolini in dialogo con la loro traduzione alchemico-culinaria ad opera di Roberto Valbuzzi.

venerdì 23 gennaio 2015
Hotel I Portici
via Indipendenza 69, Bologna

cena su invito ore 21.00
apertura al pubblico dalle ore 23.00

Ufficio stampa Archivio Paolini
ufficiostampa@archiviopaolini.it
+39 349 1250956

feb
24
mar
2015
ROMAversoEXPO: la REPUBBLICA DEL BURUNDI @ Fiumicino - Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vinci - Terminal 3
feb 24 @ 12:00 – 13:30
ROMAversoEXPO: la REPUBBLICA DEL BURUNDI @ Fiumicino - Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vinci - Terminal 3 | Fiumicino | Lazio | Italia

DAL 24 FEBBRAIO ALL’8 MARZO 2015, L’AEROPORTO LEONARDO DA VINCI DI FIUMICINO OSPITERÀ LA REPUBBLICA DEL BURUNDI.

IL PROGETTO: Roma è una vetrina d’eccezione per assicurare all’Expo del 2015 la massima diffusione e il coinvolgimento del grande pubblico, grazie alla sua centralità nei flussi turistici e alla sua vocazione naturalmente internazionale rafforzata dalla presenza delle Ambasciate e degli istituti di Cultura. Un luogo di elezione unico, dunque, per offrire visibilità agli oltre 140 Stati che hanno aderito alla prossima Esposizione Universale. Per questo è nato il progetto “ROMA verso EXPO”, un ricco programma di mostre, conferenze, e incontri con il coinvolgimento delle Ambasciate, che consentirà ai Paesi aderenti a Expo Milano 2015 di presentare in location esclusive i propri progetti di partecipazione, ma anche la propria immagine, le eccellenze produttive, culturali e turistiche. Il progetto “ROMA verso EXPO” è voluto da Roma Capitale unitamente a Expo Milano 2015 con la partecipazione della Regione Lazio e Unioncamere Lazio – Camere di Commercio del Lazio, si avvale del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con la partecipazione e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la collaborazione di Aeroporti di Roma.

L’organizzazione è di Zètema Progetto Cultura e di Comunicare Organizzando.

LA MOSTRA
Dal 24 febbraio all’ marzo la Repubblica del Burundi si presenta al pubblico nella cornice di Roma verso Expo. «Il Burundi partecipa con onore alla manifestazione ‘Roma verso Expo’”», afferma l’ambasciatrice in Italia S.E. Justine Nisubire. «Infrastrutture, energia, istruzione, sanità, piano casa, accesso all’acqua, agricoltura, estrazioni minerarie, nuove tecnologie, industria e commercio: il Burundi – continua – può rappresentare oggi uno sbocco per le aziende italiane ed europee. Oggi il Burundi si lascia alle spalle i periodi bui e si affaccia al mondo: i margini di sviluppo sono notevoli in tutti i settori produttivi e per ampie fasce di popolazione il Governo ha pianificato la costruzione di alloggi popolari per centinaia di migliaia di unità».
In Expo il Burundi presenterà al mondo le sue enormi potenzialità ed i margini di sviluppo in ogni settore produttivo. Due esempi su tutti, le infrastrutture e l’edilizia: nel Paese non esistono ferrovie, e va costruita l’intera rete stradale. Un Paese tutto da scoprire anche sotto l’aspetto turistico e culturale: i tradizionali tamburi e le danze identitarie fanno parte del patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco. «Il Burundi parteciperà all’Expo 2015 per aprirsi al mondo», afferma Alfredo Cestari, Commissario Generale per l’Expo 2015. «Il presidente Pierre Nkurunziza ed il suo Esecutivo – spiega – hanno pianificato un intervento da 5,8 miliardi di dollari per la crescita economica del Paese. Il piano, che troverà attuazione nel corso dei prossimi 20 anni, punta a creare condizioni virtuose di sviluppo socio-economico per l’emancipazione della popolazione dai livelli di povertà soprattutto attraendo investitori stranieri. Il Governo finanzierà il piano per circa il 30%, il resto proverrà da investimenti esteri. L’Expo rappresenterà una formidabile vetrina promozionale perché il mondo scopra le opportunità offerte da questo magnifico Paese».

L’inaugurazione sarà giovedì 24 febbraio alle ore 12 presso il Terminal 3 dell’Aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci l’ambasciatrice in Italia S.E. Justine Nisubire e Alfredo Cestari, Commissario Generale della Repubblica del Burundi per l’Expo 2015.

Complesso del Vittoriano
Ingresso gratuito
Orario: tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30
L’ingresso è consentito fino a 45 minuti prima della chiusura
Per informazioni: 06/6780664
Ufficio Stampa Roma Capitale
ufficiostampa@comune.roma.it 06 67102211 – 06 67103255

Ufficio Stampa Expo 2015 SpA
ufficiostampa@expo2015.org 02 89459400

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Giusi Alessio g.alessio@zetema.it 06 82077327 – 340 4206562

Ufficio Stampa Comunicare Organizzando
Paola Polidoro p.polidoro@comunicareorganizzando.it 06 3225380

ROMAversoEXPO: la GERMANIA @ COMPLESSO DEL VITTORIANO
feb 24 @ 18:00 – 21:00
ROMAversoEXPO: la GERMANIA @ COMPLESSO DEL VITTORIANO | Este | Veneto | Italia

DAL 18 FEBBRAIO AL 4 MARZO 2015 LA SALA ZANARDELLI DEL COMPLESSO DEL VITTORIANO OSPITA LA MOSTRA ” IL PATRIMONIO DELL’UNESCO DELLA GERMANIA “.

IL PROGETTO: Roma è una vetrina d’eccezione per assicurare all’Expo del 2015 la massima diffusione e il coinvolgimento del grande pubblico, grazie alla sua centralità nei flussi turistici e alla sua vocazione naturalmente internazionale rafforzata dalla presenza delle Ambasciate e degli istituti di Cultura. Un luogo di elezione unico, dunque, per offrire visibilità agli oltre 140 Stati che hanno aderito alla prossima Esposizione Universale. Per questo è nato il progetto “ROMA verso EXPO”, un ricco programma di mostre, conferenze, e incontri con il coinvolgimento delle Ambasciate, che consentirà ai Paesi aderenti a Expo Milano 2015 di presentare in location esclusive i propri progetti di partecipazione, ma anche la propria immagine, le eccellenze produttive, culturali e turistiche. Il progetto “ROMA verso EXPO” è voluto da Roma Capitale unitamente a Expo Milano 2015 con la partecipazione della Regione Lazio e Unioncamere Lazio – Camere di Commercio del Lazio, si avvale del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con la partecipazione e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la collaborazione di Aeroporti di Roma.

L’organizzazione è di Zètema Progetto Cultura e di Comunicare Organizzando.

LA MOSTRA

Dal 18 febbraio al 4 marzo la Germania si presenta al pubblico nella cornice di Roma verso Expo con la mostra con la mostra “Il patrimonio dell’Unesco della Germania” realizzata in collaborazione con l’Ente Nazionale Germanico per il Turismo.
In Germania alla scoperta di città culturali, antiche tradizioni, paesaggi incantevoli e moderno design. Metropoli moderne ed elettrizzanti come Berlino, Colonia con il suo grandioso duomo gotico, oppure Monaco, il vivace capoluogo della Baviera e, ancora, cittadine più piccole, ma altrettanto affascinanti, ricche di storia e d’innovazione. In Germania troverete borghi pittoreschi con le caratteristiche case a graticcio, imponenti rocche e fortezze, incantevoli parchi e giardini. Scoprirete che gli usi e i costumi sono una componente della vita quotidiana tedesca. Assaggerete le prelibatezze della sorprendente cucina casalinga, proverete le innumerevoli specialità, e vi farete conquistare dalla ricchezza e dalla varietà del suo artigianato. Farete una tappa nei parchi di divertimento, vi lascerete coccolare in attrezzate località termali per una pausa dedicata al benessere o ancora entrerete a stretto contatto con la natura esplorando uno dei parchi nazionali o una delle riserve della biosfera.
Duemila anni di storia hanno lasciato tracce significative in Germania: una testimonianza muta, ma allo stesso tempo potente dell’eccezionale produzione culturale e dei fenomeni naturali del nostro Paese. Lasciatevi entusiasmare dalle tappe più affascinanti della storia dell’umanità e incamminatevi alla ricerca delle loro tracce: in Germania le troverete ben 39 volte. In questa mostra ve ne proponiamo un assaggio (informazioni su www.germany.travel). “Feeding the Planet, Energy for Life” è il tema di Expo 2015 Milano. Il Padiglione Tedesco segue da vicino questo leitmotiv, dando una percezione tangibile di quanto sia importante, per l’alimentazione del futuro, sviluppare un rapporto con la natura che ne riconosca tutto il valore. Con “Fields of Ideas”, la Germania si propone come “paesaggio” vivace e fruttuoso, ricco di idee: trova espressione nell’architettura del padiglione, che ricorda il tipico paesaggio rurale tedesco, fatto di prati e campi, sotto forma di un pianoro in lieve salita. Gli elementi rappresentativi centrali del padiglione sono le piante stilizzate che, come “germogli di idee”, sbucano dal piano dell’esposizione e raggiungono la superficie esterna, dove si aprono in un grande tetto di foglie, collegando così lo spazio interno con quello esterno, l’esposizione con l’architettura. I visitatori possono scoprire i “Fields of Ideas” attraverso due percorsi distinti. Percorrendo il primo, passeggiano sul pianoro paesaggistico, che è liberamente accessibile e che invita, come un parco pubblico, alla sosta e al riposo. Su questa superficie si trovano anche le postazioni dei 16 Länder federali che presentano le loro specialità culinarie, culturali e turistiche. Il secondo percorso conduce attraverso l’esposizione tematica all’interno del padiglione: si parte dalle fonti dell’alimentazione (suolo, acqua, clima e biodiversità) fino ad arrivare ai temi della produzione alimentare e del consumo nel mondo urbano. Il materiale espositivo e i punti informativi presentano alcune sorprendenti proposte tedesche per il futuro dell’alimentazione. Queste idee e proposte dal mondo della politica, dell’economia, della società civile impegnata in Germania confluiscono nel motto del padiglione, “Be active!” e vogliono ispirare il visitatore, motivandolo ad attivarsi in prima persona. Grazie alla “SeedBoard”, uno strumento interattivo mobile che permette di interagire con il materiale esposto e di ottenere ulteriori informazioni multimediali, ogni visitatore ha tra le mani un suo “campo di idee”. Nel coinvolgente spettacolo finale “Be(e) active”, i visitatori del padiglione si trasformano nei musicisti di un’orchestra e guardano il mondo tedesco dell’alimentazione dal punto di vista di due occhi di ape in volo. Come cornice alla struttura del padiglione, la Germania si presenterà a Milano anche con un vasto programma culturale ricco di eventi attraverso il motto “Fields of cultures”. Un programma che spazierà dalla musica al cinema, dal teatro alla letteratura, dalla musica fino a tematiche collegate al gioco, e dove verranno coinvolti artisti e inseriti progetti e iniziative molto interessanti per i visitatori. L’obiettivo è presentare un’immagine nuova, sorprendente e piacevole della Germania.Su incarico del Ministero federale per l’Economia e l’Energia, Messe Frankfurt è responsabile dell’organizzazione e la gestione del Padiglione tedesco ad Expo Milano 2015. Ideazione, progettazione e realizzazione del Padiglione tedesco sono affidate al gruppo di lavoro ARGE costituito dalle società Milla & Partner, Schmidhuber e NüssliDeutschland.

L’inaugurazione sarà martedì 24 febbraio alle ore 19 alla presenza di S.E. l’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia Reinhard Schäfers e dell’Assessore a Roma Produttiva Marta Leonori.

Complesso del Vittoriano – Sala Zanardelli
piazza Ara Coeli 1
Ingresso gratuito
orari: lunedì – giovedì 9,30-18,30 / venerdì-sabato-domenica 9.30 alle 19.30
L’ingresso è consentito fino a 45 minuti prima della chiusura
Per informazioni: 06/6780664
Ufficio Stampa Roma Capitale
ufficiostampa@comune.roma.it 06 67102211 – 06 67103255

Ufficio Stampa Expo 2015 SpA
ufficiostampa@expo2015.org 02 89459400

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Giusi Alessio g.alessio@zetema.it 06 82077327 – 340 4206562

Ufficio Stampa Comunicare Organizzando
Paola Polidoro p.polidoro@comunicareorganizzando.it 06 3225380