Eventi

Se desideri promuovere uno o più eventi nel nostro sito clicca qui e inserisci le informazioni necessarie.

set
6
ven
2013
OUTDOOR IV Urban Art Festival @ Garbatella / Ostiense
set 6 all-day
OUTDOOR IV Urban Art Festival @ Garbatella / Ostiense | Roma | Lazio | Italia

OUTDOOR IV
Urban Art Festival

What a wonderful city
6 -14 settembre
Garbatella | Ostiense | Palazzo Incontro | Officine Fotografiche – ROMA

«La più grande invenzione dell’uomo? La città, naturalmente» così scrive Edward Glaeser, professore di economia a Harvard nel suo celebre saggio “Il trionfo della città”. La città come centro di produzione del pensiero nuovo e culla di miracoli fisici, economici e culturali.
Su questa linea di pensiero Outdoor, il primo festival di Urban Art a Roma, invita artisti da tutto il mondo a lasciare una traccia e offrire una diversa chiave di lettura dello spazio pubblico. Uno sforzo collettivo per reinterpretare ciò che è stato e non è più, scommettendo un po’ su come sarà la Roma di domani.

Un dream team di artisti per la quarta edizione di Outdoor il festival della Urban Art che ha profondamente modificato il volto della città, mettendo l’arte al centro della trasformazione urbana. Outdoor 2013 si presenta come un piattaforma aperta che mostra l’arte urbana attraverso le sue diverse sfaccettature: street art, fotografia, architettura e cinema, per un’ edizione che conclude il percorso iniziato 4 anni fa e che ha tratteggiato muro per muro, superfice per superfice la trasformazione a Ostiense, Garbatella e San Paolo, zone entrate di diritto nelle mappe internazionali di Urban Art. (“L’esplosione della street art a Roma è stata improvvisa e notevole soprattutto nel quartiere Ostiense. Il boom è stato alimentato anche grazie all’Outdoor festival organizzato da NUfactory che ha attratto artisti da tutto il mondo” Stephan Faris per il Time )
Dal 2010, il festival ha ospitato i più grandi nomi della street art mondiale come L’ATLAS, C215, Sten & Lex, J B Rock, Herbert Baglione, Kid Acne, Agostino Iacurci, Momo, Zedz, Borondo e Sam3, grazie anche alla volontà di Istituzioni, privati e cittadini che hanno contribuito al processo di cambiamento culturale della città di Roma.

Quest’anno OUTDOOR fa jackpot con due artisti internazionali Rero e Martha Cooper, la più grande fotografa di street art vivente; e tre italiani, Sten & Lex, Luca Di Maggio e il fotografo Niccolò Berretta.
La novità di quest’anno e unica nel suo genere è l’attivazione del crowdfunding per finanziare la prima opera di arte pubblica di street art in Italia: il murales di Sten & Lex in via Caffaro. I sostenitori potranno donare da 5 fino a 505 euro e ricevere le esclusive serigrafie a tiratura limitata.
Gli interventi murali legati esclusivamente alla bidimensionalità della pareti esterne degli edifici divideranno la scena con altre forme artistiche, come gli interventi spaziali di Rero, veri e propri environment.

Gli artisti selezionati dalla curatrice Antonella Di Lullo saranno protagonisti all’interno del festival attraverso le loro specificità: Rero, artista francese che recentemente ha realizzato un intervento al Pompidou, con un’istallazione materica e un’opera muraria, il tutto realizzato in collaborazione con la Galleria Wunderkammern; Niccolò Berretta con un progetto fotografico sulla Stazione Termini di Roma iniziato nel 2009 che sarà presentato al pubblico per la prima volta presso Officine Fotografiche; Martha Cooper con i suoi scatti originali nella prima retrospettiva in Italia presso Palazzo Incontro; a chiudere il programma Sten & Lex, il ritorno ad Outdoor degli ideatori dello stencil poster con un’installazione permanente sul muro che li ha visti protagonisti nella prima edizione del festival; Luca Di Maggio con i suoi eroi quotidiani spesso in bicicletta che si materializzano sulla carta con colori fluo, accosta e amalgama l’arte classica alla sperimentazione contemporanea della street art.
“Il festival dopo aver concluso il suo percorso di caratterizzazione dell’area Ostiense, si propone come piattaforma aperta per raccontare il cambiamento della città ed il ruolo che la creatività ha in questi processi” dice Francesco Dobrovich direttore e co-ideatore del Festival “per questo abbiamo deciso di coinvolgere attori come Wunderkammern, Officine Fotografiche, City Vision, Fabrique du Cinéma e la Fondazione Romaeuropa, al nostro fianco dalla prima edizione, per indagare queste tematiche attraverso punti di vista diversi”.

In occasione di Outdoor IV, architettura e cinema s’incontrano per raccontare dal loro punto vista il cambiamento della città, i fermenti che la caratterizzano facendo emergere problematiche e specificità.
Il 7 settembre l’appuntamento all’Ara Pacis con il Petcha Kutcha, un momento d’incontro per discutere di arte e architettura con i maggiori esperti, con la collaborazione di City Vision, free press dedicata all’architettura internazionale.
La chiusura del festival, il 14 settembre, è affidata alla proiezione dei corti vincitori del contest video Urban Fabrique rivolto ai filmaker under 35 che hanno voglia di raccontare la città in cui vivono. L’incontro con il cinema e le arti visive, nasce dalla necessità di portare avanti il racconto di questo cambiamento. L’incontro con Fabrique du cinemà e il lancio del contest, permetterà al festival di arricchirsi di narrazione cinematografica, con il suo punto di vista speciale sul mondo.

Per il visual Outdoor 2013

Direttore Creativo: Gregorio Pampinella
Photo Concept: Barbara Oizmud
Poser: Rhò, Valentina Aretusi
Calligraphy: Christian Marino

PROGRAMMA

>Opening: Venerdì 6 settembre 2013
RERO Supervised independence
Piazza Benedetto Brin

Attivazione Crowdfunding per opera di Sten & Lex (fino al 16 ottobre)

>Sabato 7 settembre
Sick and wonderful – PETCHA KUTCHA by City Vision
Ara Pacis, Lungotevere in Augusta

>Domenica 8 settembre (fino al 28 settembre)
Niccolò Berretta – Stazione Termini (2009- 2013)
Officine fotografiche, Via Libetta 1

>Giovedì 12 settembre (fino al 29 settembre)
Martha Cooper – Street Signs
Palazzo Incontro, Via dei Prefetti 22

>Closing party: sabato 14 settembre
Urban Fabrique – Proiezioni urbane by Fabrique du cinema
Luca Di Maggio – Mostra Personale
Teatro Palladium, Piazza Bartolomeo Romano 8

Per info
out-door.it
+39 06 57332781

Ufficio stampa OUTDOOR 2013
Antonella Bartoli bartoli.anto@gmail.com | 339 7560222

 

Park in progress @ Site des anciens Abattoirs
set 6 @ 18:30 – 23:45
Park in progress @ Site des anciens Abattoirs | Arrondissement di Mons | Walloon Region | Belgio

Park in progress will launch the City Sonic international sound arts festival, which will make Mons vibrate, with sixty guests artists. Until September 21sth, they will compose a sound itinerary connecting several historical locations but also offer performances, concerts, workshops, lectures, show cases, dj sets in a bus… To support City Sonic is also, more broadly, to vote for a different conception of contemporary art and sound culture. More than ever, your presence is an essential input and a spur to continue this unique adventure … Welcome to the good alter vibrations!

We have the pleasure to announce that the 7th edition of Park in progress will take place at the former slaughterhouse of Mons, Belgium, on the 6th of September. This 7th edition will be held within the international sound art festival City Sonic.
About twenty young european artists and professionals will take possession of this place and imagine a nocturnal stroll made up of varied artistic proposals to be shared with an extensive public. This edition will be dedicated to the meeting of various fields of artistic expression, sound art and digital creation.
We will be glad to welcome you there.

 

Selected artists

Donald Abad • Rodolphe Alexis • Virág Arany • Christophe Bailleau • Isa Belle + Paradise Now • Carmen R Cruz • Klaus Fruchtnis • Aurélien Giraudet • Júlia Hadi • Maurice Charles JJ • Stéphane Kozik • Stéphanie Laforce • Werner Moron • Sonia Paço-Rocchia • Damien Pairon • Gilles Peetermans • Zahra Poonawala • Gregory Purem • Laurence Renson • Cédric Sabato • Mauro Vitturini

Mauro Vitturini is a young Italian itinerant artist. He created several installations, associating visual and sound dimensions. He has recently been working with Arnaud Eeckhout, whom he met during an M4m residency at Transcultures, in preparation for a performance. Read more

Parcours Park in progress
6 September 2013 – Site des anciens Abattoirs, Mons 20h30

Parcours City Sonic
7 – 21 September 2013, 12 – 18 h, free entry, closed on Monday

Opening 6 September 2013
18h30: guided tour, meeting Site des Arbalestriers, 1 rue du gouvernement, Mons
20h30: Nuit européenne de la jeune création, site des anciens Abattoirs, 17 rue de la Trouille, Mons

Informations :
www.parkinprogress.eu / www.citysonic.be

 

set
7
sab
2013
Francesco Ciavaglioli | Strategie fantasma @ Galleria Cinica / Palazzo Lucarini Contemporary
set 7 @ 19:00 – 22:00
Francesco Ciavaglioli | Strategie fantasma @ Galleria Cinica / Palazzo Lucarini Contemporary | Trevi | Umbria | Italia

Palazzo Lucarini Contemporary e Galleria Cinica presentano Francesco Ciavaglioli Strategie fantasma Riproduzione – dissoluzione – pathos a cura di Simona Merra e Saverio Verini.
Il quinto appuntamento della programmazione riservata ai giovani artisti e giovani curatori di Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi apre le porte a Francesco Ciavaglioli. Dopo le prime quattro mostre che hanno visto come protagonisti Diego Petroso, Diego Miguel Mirabella e Mauro Vitturini, cloro cloro cloro & lelimane, e Melissa Giacchi, prosegue la programmazione di Galleria Cinica, progetto ideato da Maurizio Coccia e Mara Predicatori per Palazzo Lucarini Contemporary (Trevi, PG) – ex Flash Art Museum, con la personale di Francesco Ciavaglioli dal titolo Strategie fantasma. Riproduzione – dissoluzione – pathos, a cura di Simona Merra e Saverio Verini.
Il percorso artistico di Francesco Ciavaglioli – pittore, fotografo e videomaker – si concentra sulla dissolvenza delle immagini: basandosi sulla relazione esistente tra la realtà e la sua rappresentazione, l’immagine è intesa dall’artista come phantasma, fatto mnemonico, affezione e pathos. Strategie fantasma prende spunto dalle riflessioni teoriche di Giorgio Agamben sulla natura ambigua e duplice delle immagini, affrontate in particolare nel saggio Ninfe (2007): il progetto espositivo di Francesco Ciavaglioli si configura così come una trasposizione visiva di teorie cardine della riflessione estetica contemporanea – da Aby Warburg a Georges Didi-Huberman – che vedono al centro la formazione delle immagini e il loro svanimento, fra ripetizione ed entropia. Nelle due sale della Galleria Cinica saranno presenti interventi site specific e un corollario di lavori inediti, fotografie, disegni e video, volte a costituire una costellazione di elementi che affrontano il tema dell’immagine attraverso diverse “strategie”.

Francesco Ciavaglioli (Avezzano, 1983) vive e lavora a Roma. Diplomatosi all’Accademia di Belle Arti di Perugia “Pietro Vannucci”, la sua attività si declina in varie forme, dalla partecipazione a mostre personali e collettive fino all’ideazione di progetti culturali (dal 2010 al 2012 è stato direttore artistico del centro culturale COMBO, a Perugia, mentre nel 2012 fonda CALAVERAS STUDIO, collettivo di produzione video e documentari). Tra le sue ultime mostre: Dedalo – Aix en Provence, Perugia, Tubingen, Kulturhalle, Tubingen a cura di Antonio Senatore (2013); SPAM! Cartoline d’artista, a cura di sguardo contemporaneo, Fondazione Pastificio Cerere, Roma (2012); Festival di Fotografia Europea di Reggio Emilia, CITIZENSHIP: la giovane fotografia racconta la cittadinanza, a cura di Daniele De Luigi (2012).

Francesco Ciavaglioli
Strategie fantasma
a cura di Simona Merra e Saverio Verini
Quinto appuntamento di Galleria Cinica, progetto a cura di Carla Capodimonti

Date: dal 7 settembre al 20 ottobre 2013
Sede: Palazzo Lucarini Contemporary | Via Beato Placido Riccardi | 06039 TREVI (Pg)
Orari apertura: inaugurazione sabato 7 settembre ore 19.00 | apertura dal giovedì alla domenica dalle ore 15,30 alle ore 18,30.
Ingresso: libero
Ideazione e coordinamento: Maurizio Coccia
Responsabile del progetto “Galleria Cinica”: Carla Capodimonti: carla.capodimonti@gmail.com
Contatti sede: telefono: 0742 381021 | mail: info@officinedellumbria.it; info@palazzolucarini.it
sito internet: www.palazzolucarini.it, www.officinedellumbria.it
Ufficio Stampa: per il progetto “Galleria Cinica”: Maila Buglioni | +39 339 2974840 | mailabuglionipress@gmail.com
per la mostra Francesco Ciavaglioli | Strategie fantasma: China Press Office Chiara Ciucci Giuliani +39.3929173661 Nicoletta Guglielmucci +39.3932231307 | chinapressoffice@gmail.com
Per l’intera programmazione di Palazzo Lucarini Contemporary: info@officinedellumbria.it; info@palazzolucarini.it – 0742 381021.

set
10
mar
2013
Grand Opening @ Frutta Gallery
set 10 @ 19:00 – 22:00
Grand Opening @ Frutta Gallery | Roma | Lazio | Italia

Grand Opening
inaugurazione 10 Settembre 2013 alle 19.00
fino al 5 Ottobre

Frutta è entusiasta di presentare Grand Opening – la mostra inaugurale del nostro nuovo spazio in Via Giovanni Pascoli, 21 a Roma. Con opere di David Bernstein, Gabriele De Santis, Benjamin Hirte, Jacopo Miliani, John Henry Newton, Alek O., Oliver Osborne, Roman Schramm e Yonatan Vinitsky.

It is a bit insane / I feel birth might be super soon so sending as much info as possible now / so the aluminum piece never really got its space / Fastweb is very quick to get…the other companies are very long! / a very 90′s aesthetic… / I will try to convince you / (like the red carpet you were talking about)? / they become less flowery, or get burned in the window, and they slowly disappear… / it sounds cheesy great. / Just to deal with the flipping of time / not quite a friend, not quite a stranger. / if the flowers are being given from one person to another or is it the same person / subtly sabotaged. / some of the curryhouse works then. / welcome everyone with a great good bye story.

* Allo stesso tempo, presenteremo una mostra personale di Sol Calero (Nata 1982, Venezuela) nel nostro nuovo project space, chiamato ‘Hadrian’ in onore al celebre imperatore Romano, che costruì un muro colossale per separate gran parte della Scozia, che a quel tempo fu inconquistabile per l’esercito Romano, dal resto della Antica Gran Bretagna. Situato all’interno della nostra nuova sede, Hadrian, diventerà un’altra piattaforma per la sperimentazione su scala più intima rispetto al suo omonimo muro. Anche se separati da un muro, ‘Hadrian’ è parte integrante del programma della galleria.

 

FRUTTA
Via Giovanni Pascoli, 21
00184 Roma Italy
info@fruttagallery.com
fruttagallery.com

orario di apertura:  dal martedi al sabato 13 – 19 o su appuntamento.
Ingresso libero

Info: 06 68210988

www.fruttagallery.com

set
12
gio
2013
Federico Guerri | Ogni altro luogo @ Montoro12 Contemporary Art
set 12 @ 18:30 – 21:00
Federico Guerri | Ogni altro luogo @ Montoro12 Contemporary Art | Roma | Lazio | Italia

Federico Guerri – Ogni altro luogo
A cura di Ursula Hawlitschka
12 settembre – 19 ottobre 2013
Inaugurazione: Giovedì 12 settembre ore 18,30

La galleria Montoro12 Contemporary Art è lieta di presentare la prima mostra personale a Roma di Federico Guerri (nato nel 1972 a Cesena), curata dalla Prof.ssa Ursula Hawlitschka.
Le opere di Guerri trasportano lo spettatore in un mondo pieno di interrogativi, l’assenza del tratto in alcune parti e la mancanza di alcuni particolari ci lasciano sospesi tra la distruzione e la ricostruzione, senza offrirci una definizione univoca.
Nella sua ultima serie di lavori, dei quali uno finalista al Combat Prize 2013, che si intitolano semplicemente “Camera”, il tratto elegante, ma allo stesso tempo intenso e potente allude ad ambienti che erano o stanno per tornare ad essere parte di storiche dimore e ci inviata a muoverci all’interno di esse, cosi come anche nella serie di opere che rappresentano vedute di città o di parti di esse, rimane sempre la sensazione che siamo in bilico tra la rovina ed una splendida ricostruzione
Saranno presentati oltre 20 lavori su tela, su ardesia e su carta, che illustrano tutto il percorso artistico e la ricerca estetica di Guerri.

 

Montoro12 Contemporary Art
Via di Montoro, 12
00186 Roma, IT
Tel. 06-68308500
E-mail info@montoro12.it

Orari di apertura:
Dal martedì al sabato dalle ore 15:00 alle 20:00
Altri orari su appuntamento

Gianfranco D’Alonzo. Land of Prayer Alias @ Studio d’Arte Pino Casagrande
set 12 @ 18:30 – 21:30
Gianfranco D’Alonzo. Land of Prayer Alias @ Studio d’Arte Pino Casagrande | Roma | Lazio | Italia

Gianfranco D’Alonzo – Land of Prayer Alias
A cura di Emma Ercoli

inaugurazione giovedì 12 settembre 2013 ore 18.30
DAL 12 SETTEMBRE  AL 25 OTTOBRE 2013

 

Lo Studio d’Arte Contemporanea Pino Casagrande è lieto di ospitare per la prima volta nei suoi spazi un progetto di Gianfranco D’Alonzo.
Land of prayer Alias è la tappa centrale di un lavoro che si snoda in tre diversi momenti. Il primo, Land of Prayer,  ha fatto della rete telematica il proprio mezzo di comunicazione, un punto di partenza e d’incontro, che sul web ha visto la nascita nel 2011. Un campo di preghiera che diventa un punto nevralgico del pensiero e del lavoro di D’Alonzo che pone così le basi per un dialogo in cui lo schermo del computer fa da tramite e da supporto al tempo stesso.
Negli spazi della Galleria Casagrande ci troviamo a vivere il secondo step di questo progetto. Uno spazio fisico in cui viene sviluppato un lavoro psicologico e riflessivo che innesca un procedimento di immersione totale nello spazio e nell’opera stessa. L’ambiente composto da diverse opere diventa un unicum dinamico ed energico che si districa fra differenti livelli di comunicazione e arte. La parete di fondo della galleria realizza un parallelo con il web e lo schermo stesso del computer, tappeti lavorati al centro del pavimento ci accompagnano nel percorso fisico ed interiore verso la completa immersione ambientale e mentale.
In mostra anche opere pittoriche in cui D’Alonzo affronta linguaggi multipli e tecniche fra le più svariate. Utilizzando il medium come piattaforma di comunicazione e dialogo D’Alonzo agisce a diversi livelli e si pone in contatto con lo spettatore. Ciò che risalta in particolar modo nel progetto di Gianfranco D’Alonzo e nei suoi lavori, è il particolare contatto che ricerca con il fruitore, c’è un continuo interesse nella stimolazione intellettiva umana, lo spettatore abbandona quindi il suo ruolo passivo ed inerme e diventa elemento partecipante e costitutivo dell’opera stessa.
La terza tappa del progetto prevede la pubblicazione di un volume conclusivo che unisce le varie fasi del lavoro e ne amplia i contenuti con testi e scritti che diventano parte del progetto artistico stesso.
La mostra sarà accompagnata dal catalogo pubblicato da Gangemi Editore con testi e commenti di Emma Ercoli e Franco Speroni.

Gianfranco D’Alonzo è nato a Roio del Sangro nel 1958. 
Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma, dal 1983 partecipa a numerose esposizioni in Italia e all’estero. 
E’docente di Grafica d’Arte – Tecniche dell’Incisione presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.
Vive e lavora a Firenze e ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma. Segue una ricerca “pittorica” accompagnata da un’intensa attività espositiva in ambito nazionale e internazionale. Negli ultimi anni, nel verificare il potenziale linguistico e sociale della pittura, apre a tematiche di condivisone che indirizzano la ricerca verso contesti no profit e ambienti irrituali, rinnovando il proprio statuto di lavoro.


Studio d’Arte Pino Casagrande

Address: Via degli Ausoni 7a, 00185 – Roma (San Lorenzo)
Time
: lun – ven // 17:00 – 20:00
Tel: +39 06.4463480
Email: info@pinocasagrande.com
Web: www.pinocasagrande.com

set
16
lun
2013
Patrizia Cavalli legge DATURA @ Studio Stefania Miscetti
set 16 @ 18:30 – 20:30
Patrizia Cavalli legge DATURA @ Studio Stefania Miscetti | Roma | Roma | Italia

Patrizia Cavalli legge alcune poesie dalla sua ultima raccolta Datura, edita da Einaudi nella galleria che ospita la sua mostra I miei splendidi giorni tutti uguali

lunedì 16 settembre ore 18.30 – 19.30 – 20.30  

INFORMAZIONI: 
data la disponibilità limitata dei posti si prega di prenotare inviando una mail all’indirizzo info@studiostefaniamiscetti.com indicando un orario a scelta tra le 18.30 – 19.30 – 20.30  

STUDIO STEFANIA MISCETTI
via delle Mantellate, 14 – 00165 Roma

Tel fax: +39 06 68805880
info@studiostefaniamiscetti.com
www.studiostefaniamiscetti.com

 

PATRIZIA CAVALLI
I miei splendidi giorni tutti uguali
liste, stagnole e manoscritti

apertura: da lunedì a venerdì dalle 16.00 alle 20.00
sabato su appuntamento
fino al 27 settembre

 

Studio Stefania Miscetti è lieta di ospitare I miei splendidi giorni tutti uguali di PATRIZIA CAVALLI, una mostra di liste, stagnole e manoscritti, per la prima volta esposti al pubblico.
Patrizia Cavalli nel mettere in ordine le sue carte ha deciso di conservare le numerose liste quotidiane che  da anni ha l’abitudine di scrivere, insieme ad una serie di  carte stagnole dove l’intenzione e il caso hanno lasciato le loro tracce.
I numerosi manoscritti di poesie, pubblicate ed inedite, messe in mostra nella fisicità della scrittura, degli errori, delle correzioni e degli appunti extraterritoriali appartengono ad un analogo sistema di forze dell’intenzione e del caso.
Pezzi unici per giorni unici che sembrano uguali ma non lo sono, come sempre accade quando una materia, qualunque sia, accoglie i nostri gesti provvisori e nel trattenerli se ne impressiona rendendo visibile l’unicità di questo incontro, dove la volontà astratta si solidifica e la materia inerte si anima. Tutto ciò che è generato da questa bella unione possiede una tale convincente capacità di esistere che a noi non resta che guardarlo. (Patrizia Cavalli)

Patrizia Cavalli è nata a Todi e vive a Roma. Ha pubblicato presso l’editore Einaudi Le mie poesie non cambieranno il mondo (1974); Il cielo (1981);Poesie (1992); Sempre aperto teatro (1999); Pigre divinità e pigra sorte (2006)  Datura (2013); presso le edizioni Nottetempo i poemetti La Guardiana (2005) e La patria(2011). Ha vinto diversi premi tra cui Viareggio Repaci, Pasolini, Dessì, Lerici Pea, De Sanctis e Monselice. Ha scritto radiodrammi per la RAI e ha tradotto per il teatro Shakespeare (La tempestaSogno di una notte d’estate, Otello, Einaudi,1996); Wilde (Salome, Mondadori, 2002); Molière (Anfitrione, Einaudi, 2010), e in versione ritmica La tragedie de Carmen di Peter Brook. Ha recentemente pubblicato Flighty Matters, poesie sulla moda in edizione bilingue (Quodlibet, 2012). Presso Voland edizioni è uscito, nel novembre 2012, Al cuore fa bene far le scale, un libro con cd di poesie e canzoni musicate e cantate da Diana Tejera. Le sue poesie sono state tradotte in varie lingue, tra cui il francese, l’inglese e lo spagnolo.  Nel settembre 2013 uscirà presso Farrar Straus  My Poems Won’t Change the World- Selected Poems.

set
17
mar
2013
Leonardo Nobili – Florindo Rilli | MutAzioni
set 17 @ 17:00 – 18:00
Leonardo Nobili - Florindo Rilli | MutAzioni

L’esposizione presenta lo sguardo contemporaneo di un artista ed un fotografo a confronto ed in collaborazione.
Leonardo Nobili, artista sperimentale profondamente legato ai temi più profondi della decadenza metropolitana attraverso i mezzi della scultura, della performance e della video arte, si avvicina in quest’occasione ad un inedito linguaggio artistico che induce alla riflessione e all’utilizzo della materia fotografica di Florindo Rilli, inserita in un contesto di propria definizione. La materia prima di tutto, il colore, la pastosità delle tecniche utilizzate, sono elementi ricorrenti nell’arte di Nobili, dove le tinte unite lasciano lo spazio agli elementi essenziali. Il vetro frantumato, per la rappresentazione del tema centrale, così come la nascita, sono le immagini della verità che si rivela ai nostri occhi, ricca di stimoli e percorsi espressivi aperti.
Il simbolo di appartenenza è stato un tema sempre caro all’arte di Nobili che più volte si è impegnato nella ricerca dell’identità dell’uomo distratto e contaminato dall’alienante vita meccanica del normale processo quotidiano.
La sua ricerca vive in funzione della coesistenza di più realtà artistiche ed espressive, la scultura è ciò che resta di un pensiero ed il video il pensiero stesso messo in opera.
La poetica della sua arte pura e incontaminata offre sempre maggiori spunti di riflessione su temi semplici e di natura attuale. L’artista non si avvale di espedienti ambiziosi, segue il suo percorso con l’interazione degli elementi essenziali.
Attraversando la sua prima esposizione romana, la forza del rumore della materia vitrea e plastica creano il giusto suono causato abitualmente dall’arte di Nobili. La rottura, è la parola chiave di questo percorso intenzionato a raccontare la rinascita e la riscoperta della verità: la maieutica.
Gli esperimenti di ricerca interiore si affacciano alla ricerca socratica della maieutica, il desiderio di arrivare alla verità, il saper di non sapere. Il parto della conoscenza è rappresentato dalla Fenarete, madre del filosofo Socrate, in un video e in un percorso fotografico di Florindo Rilli che accompagna Nobili attraverso quest’indagine gnoseologica e d’introspezione.
Rilli, fotografo indagatore di immagini, utilizza come combinazione necessaria il corpo, terreno di ricerca primario. I suoi temi, così come le sue immagini, camminano lungo il labile confine del pubblico e del privato senza varcarlo mai. La purezza e lo sguardo posato con cui utilizza il mezzo fotografico interpretano perfettamente il delicato viaggio affrontato per questa esposizione dal carattere ermetico e meditativo.
I materiali propri dell’esposizione saranno sempre presenti, mutandosi ed integrandosi. Il corpo senz’anima sincopato ed angosciante nella performance di Inanna Trillis, narrata dalla voce di Angelo Rinna, è bloccato, sterile, impacchettato in una membrana con il volto che celebra la paura ed invita alla riflessione sulla morte e sulla vita come accade in tutto il percorso artistico presente. Nasce la verità, la placenta plastica è la materia costante dell’artista che avvolge il corpo nato per essere riconosciuto ed esplorare la conoscenza.

 

Leonardo Nobili – Florindo Rilli
MutAzioni 
a cura di Sarah Palermo

Vernissage: 19 settembre 2013 ore 18.30
Exhibition: 19 settembre – 3 ottobre 2013

28 Piazza di Pietra-Fine Art Gallery
Palazzo Ferrini-Cini, P.zza di Pietra 28 – Roma

Orari d’apertura: Dal lunedì al sabato 10.30-13 /16-20; lunedì mattina e domenica chiuso.
Info: Francesca Anfosso | 06.94539281 | galleria28pdp@gmail.com | www.28piazzadipietra.com

Wyatt Kahn @ T293 Rome
set 17 @ 19:00 – 22:00
Wyatt Kahn @ T293 Rome | Roma | Lazio | Italia

Wyatt Kahn

September 17 – October 22 2013
T293 Rome

I lavori di Wyatt Kahn sono il risultato dell’assemblaggio di una serie di pannelli individuali, diversi per dimensioni e forma, accostati in maniera da creare l’illusione di una composizione bidimensionale e lineare. L’uso di vari espedienti artistici serve a creare una dicotomia tra la natura piana delle superfici e l’illusione di profondità. Prendendo spunto dalle tecniche tradizionali della pittura sviluppate per creare l’illusione di tridimensionalità, l’artista intelaia ogni dipinto due volte, prima utilizzando tele con tinte forti, quindi un lino sottile che rende appena percettibile il colore sottostante. L’effetto finale è simile a quello di una tintura o di una verniciatura.

La mostra raccoglie due serie differenti di lavori: una caratterizzata da bordi regolari che compongono forme tradizionalmente rettangolari, e un secondo gruppo di opere caratterizzate invece da linee e forme organiche e irregolari.

I lavori che appartengono alla prima serie fanno riferimento a immagini di finestre e interni. I bordi diritti riprendono sagome che ricordano quelle delle cornici. La combinazione di linee regolari con altre più organiche dà l’illusione che i bordi squadrati siano a fuoco e che invece quelli irregolari non lo siano.  Interessato a una pittura che indaga i limiti della visione, Kahn adotta un approccio simile a quello della fotografia per creare composizioni dinamiche e lavori complessi che possono essere letti come superfici piane o illusoriamente profonde.

La seconda serie prende spunto da formazioni rocciose e larghe distese di terra. Essa nasce come una sorta di raccolta di ingrandimenti e frammenti degli altri lavori in mostra. Riprendendo l’idea di alcuni lavori precedenti realizzati accostando più colori, le forme acquisiscono tensione attraverso un’illusione di compressione. Come se le sagome verdi presenti in ciascuno di questi lavori si trovassero a essere compresse dalle altre intorno. Questa serie rivela inoltre l’interesse di Kahn per l’irregolarità e per l’imperfezione di un processo che lascia incongruenze negli spazi tra i pannelli e aggiunge ai lavori una traccia di elemento umano.

 

T293 Rome
Via G. M. Crescimbeni 11
00184, Roma, Italy
T: +39 (0)6 88980475
Tuesday/Friday, 12 – 19, Saturday 15 – 19, or by appointment

info (at) t293.it
www.t293.it

set
18
mer
2013
URS FISCHER @ Gagosian Gallery
set 18 @ 18:00 – 22:00
URS FISCHER @ Gagosian Gallery | Roma | Roma | Italia

URS FISCHER
18 settembre – 26 ottobre 2013

Inaugurazione mercoledì 18 settembre
Press preview ore 12
Opening alla presenza dell’artista ore 18 – 20

Gagosian Gallery Rome ha il piacere di annunciare una mostra di nuove opere di Urs Fischer.
L’artista svizzero esporrà per la prima volta a Roma. Nella continua ricerca di nuove soluzioni scultoree, Fischer disassembla oggetti per poi replicarli, ripensando lo spazio attraverso la sperimentazione di materiali e forme, mantenendo una pungente ironia. Rivisitando i generi d’arte tradizionali (natura morta, ritratto, nudo e paesaggio) con un’abbondanza di forme ricche e sorprendenti l’artista esplora continuamente l’interazione tra arte e quotidianità.

Urs Fischer (1973, Zurigo) vive e lavora a New York. Le sue opere fanno parte di importanti collezioni pubbliche e private in tutto il mondo. Tra le mostre si annoverano: “Kir Royal,” Kunsthaus Zurich” (2004); “Not My House Not My Fire,” Centre Pompidou, Parigi (2004); “Marguerite de Ponty,” New Museum, New York (2009–10); “Oscar the Grouch,” The Brant Foundation, Greenwich, Connecticut (2010–11); “Skinny Sunrise,” Kunsthalle Wien, Vienna (2012); and “Madame Fisscher,” Palazzo Grassi, Venezia (2012); oltre ad aver partecipato alla Biennale di Venezia 2003, 2007, 2011. “Urs Fischer,” è attualmente in corso al Museum of Contemporary Art a Los Angeles fino al 19 agosto 2013.

 

Ufficio Stampa
Francesca Martinotti
martinotti@lagenziarisorse.it
+39 348 7460312
www.francescamartinotti.com
Per tutte le altre informazioni si prega di contattare la galleria:
+39 06 4208.6498 / roma@gagosian.com